Informativa sulla privacy riguardo le citazioni in giudizio FAQ

From Meta, a Wikimedia project coordination wiki
Jump to: navigation, search
This page is a translated version of the page Privacy policy/Subpoena FAQ and the translation is 100% complete.

Vuoi contribuire a tradurre? Traduci i messaggi mancanti.
Other languages:
العربية • ‎български • ‎čeština • ‎dansk • ‎Deutsch • ‎Deutsch (Sie-Form)‎ • ‎English • ‎Esperanto • ‎español • ‎فارسی • ‎suomi • ‎français • ‎galego • ‎עברית • ‎हिन्दी • ‎magyar • ‎italiano • ‎日本語 • ‎한국어 • ‎Bahasa Melayu • ‎Nederlands • ‎ਪੰਜਾਬੀ • ‎polski • ‎português • ‎português do Brasil • ‎русский • ‎slovenčina • ‎தமிழ் • ‎తెలుగు • ‎Türkçe • ‎українська • ‎Tiếng Việt • ‎ייִדיש • ‎中文 • ‎中文(简体)‎

Questa FAQ non è parte della Informativa sulla Privacy. Non è nemmeno un documento legale. Speriamo, tuttavia, che lo troverete utile.

Cos'è una citazione in giudizio?

Una citazione in giudizio è un documento che ordina a qualcuno di comparire o di produrre prove in relazione ad una azione legale. Una forma di citazione in giudizio che ai provider di servizi di rilevare personalmente dati sugli utenti in base alle loro azioni su un sito web. Le citazioni in giudizio possono essere emanate da avvocati che rappresentano uno della parti in causa, e possono contenere richieste che sono eccessive in qualche caso. Comunque, a meno che effettivamente bloccate da una impresa immediata, alcune obiezioni a una citazione in giudizio possono essere sospese e non possono essere fatte valere in giudizio

Perché qualcuno sta cercando di scoprire le mie informazioni di identificazione?

Generalmente, una citazione in giudizio che cerca di smascherare l'identità di un interlocutore anonimo è offerta su un sito di terze parti durante la fase di indagine (o raccolata di prove) di un processo. Il querelante di solito vuole identificare la parte che, secondo le pretese del querelante, ha presumibilmente causato danno al querelante. Il dano presunto può nascere dall'invio online di qualche sorta, come un articolo o un contributo a una pagina di discussione. Un querelante può identificare un utente sulla base dll'indirizzo IP o dell'indirizzo email registrato condividendo questa informazione con un fornitore di servizi Internet (ISP). Una volta che conoscono l'identità nel mondo reale di un utente, quell'utente può essere citato in giudizio o perseguito in relazione al danno presunto.

Cosa succederà se non faccio nulla?

Se non effettuerete i necessari passi legali, la Fondazione Wikimedia potrà essere costretta a fornire le vostre informazioni di identificazione personale o altre informazioni richieste. Quando la parte richiedente sarà a conoscenza delle della vostrà identità, potrebbe essere possibile che siate citati in giudizio.

Cosa posso fare per difendermi da una citazione in giudizio?

A causa delle complessità delle argomentazioni giuridiche e requisiti procedurali, come pure la difficoltà di rimanere anonimi quando si presenta una mozione da soli, è molto raccomandato che tu consulti immediatamente un avvocato, specialmente prima di cercare di difenderti da una citazione in giudizio. Le regole e le procedure per difendersi da una citazione in giudizio dipenderanno dalla giurisdizione dove la citazione è stata istruita.

In alcune giurisdizioni potresti essere in grado di inviare al querelante obiezioni scritte. In altre giurisdizioni, la tua sola scelta può essere di presentare una mozione alla corte per revocarla (chiedendo alla corte di invalidare la citazione). In ogni caso, per proteggere i tuoi dati personali e altre informazioni dall'essere diffuse, è essenziale che tu prenda le azioni necessarie prima di determinate scadenze.

Come parte della vostra ricerca, potete consultare questi siti:

Privacy-related pages

Privacy policy · FAQ · Glossary of key terms · Subpoena FAQ · Access to nonpublic information · Confidentiality agreement · Data retention guidelines · Donor policy