Wikimania Esino Lario - Protagonismo culturale offline e online

From Meta, a Wikimedia project coordination wiki
Jump to: navigation, search

Wikimania Esino Lario è il raduno mondiale di Wikipedia che nel 2016 si terrà nel piccolo comune montano di Esino Lario, in Provincia di Lecco, tra il Lago di Como e la Valsassina.

Wikipedia è il simbolo della cittadinanza attiva e della cultura collaborativa: un'enciclopedia con 30 milioni di articoli, 500 milioni di lettori, 280 versioni linguistiche, 80 000 volontari attivi e 22 milioni di utenti registrati.
Esino Lario ospita la prima edizione del raduno mondiale in Italia (in passato sono state candidate senza successo le città di Torino, Milano e Napoli) e propone un evento diverso rispetto alle precedenti edizioni al Barbican Center di Londra, a Harvard, Hong Kong, Washington DC e Mexico City: un progetto che si articola su due anni, che occupa un intero territorio, che attiva Comune, enti pubblici territoriali, istituzioni culturali, associazioni, gruppi, esercenti, strutture ricettive e volontari, che valorizza il patrimonio locale e che mostra come il protagonismo culturale di una piccola realtà montana può partecipare alla cultura del mondo e generare una sinergia tra istituzioni e persone che possono offrire con le loro specificità e competenze diversi contributi (testi, immagini, mappe, coinvolgimento organizzativo, sostegno e collaborazione). Il progetto è strutturato per utilizzare l'evento come occasione per dare slancio al paese e migliorare l'accessibilità e la vita culturale e collaborativa del suo territorio.

Ente richiedente Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus, ente gestore dell'Ecomuseo delle Grigne
Partner del progetto Wikimedia Italia e Comunità Montana della Valsassina, Valvarrone e Val d'Esino con il Parco Regionale della Grigna settentrionale. Sostengono il progetto: Comune di Esino Lario, Museo delle Grigne, Biblioteca Civica di Esino Lario, Archivio Pietro Pensa, Pro Loco Esino Lario, Polisportiva, CAI Val d'Esino, ANA Esino Lario, Associazione Esino 2000 Onlus, Associazione Soccorso Val d'Esino, gruppo delle maestre di Esino Lario, Nucleo antincendio di Esino Lario, Sezione Cacciatori di Esino Lario, Wikimedia CH, Politecnico di Milano, Fondazione Rockefeller Bellagio Center
Budget totale 445 000 euro (in attesa di risposte e adesioni dai partner)
Richiesta alla Fondazione Cariplo 200 000 euro (100 000 euro/anno, 45% totale). Progetto finanziato con un contributo 190 000 euro rif. pratica 2014- 2287
Durata 24 mesi. Maggio 2015 – aprile 2017
Contatti Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus.
Referente Ecomuseo delle Grigne (promotore di Wikimania Esino Lario): Iolanda Pensa

Contesto. Presentazione del problema[edit]

Molte persone e istituzioni già producono lavoro e contenuti che potrebbero essere valorizzati attraverso Wikipedia, ma non lo sanno oppure non sono in grado da soli di fare il cosiddetto "ultimo miglio".

Nonostante Internet sia ormai un territorio e uno strumento che fa parte della nostra contemporaneità, la sua conoscenza e il suo utilizzo attivo è ancora limitato. Molte persone e istituzioni già producono lavoro e contenuti che potrebbero essere valorizzati attraverso l'uso attivo di strumenti online, ma non lo sanno oppure non sono in grado da soli di fare il cosiddetto "ultimo miglio". Gli uffici turistici e gli enti di promozione territoriale forniscono informazioni locali e organizzano visite ed eventi che coinvolgono il pubblico; i musei conservano e permettono ai visitatori di accedere alle tracce del nostro passato; comuni e associazioni sono impegnate a creare mappe, brochure e pubblicazioni sulla storia e il patrimonio culturale del loro territorio; alpinisti, ciclisti e CAI tracciano itinerari e sentieri e condividono informazioni geografiche; escursionisti e appassionati fotografano paesaggi e monumenti; le biblioteche danno accesso a documentazione e internet per potenziare la conoscenza e la nostra capacità di contribuire alla conoscenza. Queste risorse di contenti e lavoro sono già una grande partecipazione al sapere, che resta però troppo spesso intrappolato su scaffali, pagine di facebook, siti Internet e libri con tutti i diritti riservati e il divieto di utilizzo commerciale. Potenziare risorse di contenti e lavoro significa aprirle, mantenendo alcuni diritti riservati e autorizzando l'utilizzo commerciale. Consentire l'utilizzo commerciale significa permettere che libri fuori pubblicazioni continuino ad essere distribuiti, che informazioni e contenuti possano essere ripubblicati, utilizzati su siti che includono pubblicità e inseriti in libri scolastici. L'autorizzazione all'uso commerciale permette inoltre che i contenuti possano confluire su Wikipedia, l'enciclopedia libera con 500 milioni di lettori e 280 versioni linguistiche.

Wikipedia è il sito Internet che più di qualsiasi altro rappresenta la possibilità di contribuire attivamente alla conoscenza e alla cultura del mondo. Gli studi hanno mostrato che la partecipazione a Wikipedia ha un impatto determinante nel documentare online le proprie passioni e il proprio territorio: i volontari attivi prima di tutto condividono quello che li circonda. Nei suoi tre anni di storia, il concorso fotografico Wiki Loves Monuments (Wiki ama i monumenti) ha mostrato come i cittadini siano pronti a partecipare alla valorizzazione del patrimonio, fotografando e permettendo ad altri di beneficiare delle loro immagini.

Alcuni territori e istituzioni del mondo hanno già compreso l'efficacia di valorizzarle il proprio sapere e la propria cultura su Wikipedia; molti altri potrebbero beneficiarne, ma per riuscirvi devono sapere o essere in grado di potenziare contenti e lavoro attraverso strumenti digitali. Il cosiddetto "digital divide" (divario digitale) è particolarmente evidente nei territori montani e nei piccoli centri, luoghi in cui gli strumenti digitali potrebbero rappresentare strumenti estremamente utili di comunicazione, valorizzazione e potenziamento delle risorse locali.

L'esperienza di Esino Lario[edit]

Il comune di Esino Lario è un precursore nell'utilizzo di licenze libere, open data e condivisione di contenuti su Internet, contribuendo a Wikipedia e ai progetti Wikimedia. La licenza libera Creative Commons attribuzione condividi allo stesso modo è stata adottata dall'Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus su tutta la sua documentazione digitale dal 2006 creando successivamente le procedure e i contratti necessari, e caricando immagini ad alta risoluzione su Wikimedia Commons di documenti, progetti e opere d'arte contemporanee; nel 2009 l'approccio innovativo di Esino Lario ha ricevuto il premio Wikimedia Italia per la liberazione di contenuti e il sapere libero; nel 2011 l'esperienza pilota di Esino Lario è stata alla base di "Share Your Knowledge: Creative Commons e Wikipedia per le istituzioni culturali", progetto promosso dalla Fondazione lettera27 di Milano e sostenuto dalla Fondazione Cariplo, che ha a sua volta aderito all'iniziativa insieme ad altre 100 istituzioni internazionali, adottando sul modello di Esino Lario l'uso di licenze libere e contribuendo con i suoi contenuti a Wikipedia. Esino Lario è inoltre partner del progetto Interreg di cooperazione Italia-Svizzera "Il paesaggio culturale alpino su Wikipedia: Valorizzare il paesaggio culturale attraverso dati aperti, Wikipedia, Sit e allestimenti analogico digitali" e sta contribuendo ad arricchire i contenuti relativi al paesaggio culturale alpino su Wikipedia, a creare un allestimento analogico e digitale all'interno del nuovo Museo delle Grigne (inserendo nell’allestimento QRcode di QRpedia, che riconoscono la lingua di impostazione di smartphone e tablet e rimandano alle relative voci di Wikipedia nella lingua rilevante).

L'utilizzo della tecnologia è stata impiegata a Esino Lario come strumento esistente capace di potenziare informazione e accesso ai contenuti, e di ridurre o azzerare i costi di gestione di alcuni servizi. Nel tempo i contenuti sono inoltre cresciuti con il coinvolgimento della comunità; anche appassionati di fotografia, studiosi e famiglie hanno dato l'autorizzazione a condividere il loro materiale. L'utilizzo della tecnologia permette la conservazione di materiale in formato digitale in alta risoluzione sui progetti Wikimedia senza costi di server, mantenimento e backup; il materiale è ordinato, indicizzato dai motori di ricerca, facilmente accessibile a tutti e scaricabile in più dimensioni e formati; dei volontari dei progetti Wikimedia hanno inoltre contribuito a migliorare la catalogazione, riordinando tutte le pergamene e i documenti antichi dell'Archivio Pietro Pensa in ordine di data e trascrivendone alcuni. La licenza libera con la quale i materiali sono disponibili permette l'uso, la distribuzione e la modifica dei contenuti condivisi da parte di tutti e per qualsiasi scopo, con la richiesta di citare la fonte (questo valorizza il lavoro di persone e istituzioni) e di rilasciare a propria volta il materiale con la stessa licenza libera (questo permette a persone e istituzioni di continuare dei nuovi contenuti derivati). Il caso dell'Archivio Pietro Pensa è particolarmente significativo; si tratta di un archivio privato vincolato dalla sovrintendenza, collocato a Esino Lario in una stanza chiusa al secondo piano di Villa Clotilde ed è un archivio con documentazione storica significativa del territorio lombardo. Per motivi di conservazione, il vincolo della sovrintendenza impone che la consultazione sia effettuata da specialisti o persone che hanno necessità di visionare i documenti (è necessario fare richiesta alla sovrintendenza e ricevere la sua autorizzazione); la consultazione avviene poi sotto il controllo e con l'assistenza del direttore dell'archivio (nel nostro caso l'archivista Dr. Alex Valota). La responsabilità di conservare, la procedura necessaria per accedere all'archivio e la collocazione a Esino Lario rendono di fatto l'accesso fisico alla documentazione estremamente limitato; l'uso di strumenti digitali rende invece completamente aperto e accessibile l'archivio, permette a chiunque ovunque si trovi di consultare la documentazione e ha richiesto esclusivamente un piccolo investimento iniziale per la realizzazione delle immagini e il loro caricamento. L'accesso alla documentazione online è gratuito; la gratuità permette di non dover gestire richieste, autorizzazioni, invio di materiale, pagamenti e contabilità (servizi che richiedono un lavoro molto superiore rispetto al potenziale introito della vendita di immagini e contenuti); la scelta delle licenza libera "di default" (su tutto il materiale ad esclusione di informazioni protette dalla privacy) ha inoltre mostrato un utilizzo rispettoso dell'attribuzione e permesso all'archivio di crescere con materiale derivato (ad esempio con copia digitale delle bellissime fotografie professionali di documenti del Fondo Serbelloni Sfondrati del nostro archivio realizzate dalla Fondazione Rockefeller per la pubblicazione decennale del Bellagio Center; queste immagini sono state a loro volta caricate su Wikimedia Commons).

L'esperienza di Esino Lario ha mostrato alcune necessità per rendere il suo modello pienamente efficiente e scalabile e per coinvolgere un più ampio pubblico nel partecipare alla cultura offline e online.

  1. La prima necessità è un maggiore conoscenza e un uso attivo di Internet. I modi per partecipare attivamente al sapere e alla cultura traendo beneficio dagli strumenti esistenti online possono essere molto diversi: si può accedere a documentazione, si può sapere dove trovare documentazione, si può dare l'autorizzazione affinché altri carichino i propri contenuti, e si può caricare e contribuire attivamente con competenze tecniche. In ogni caso è necessaria una familiarità con Internet, e una conoscenza articolata di cosa permette di fare e di come funziona.
  2. La seconda necessità è la sinergia con la pubblica amministrazione e gli enti pubblici. La legislazione italiana rende particolarmente complesso contribuire a Internet con materiale che autorizza l'uso commerciale. Vincoli legati a conservazione, tutela e gestione di beni, non permettono di fare fotografie di monumenti e beni culturali e rilasciarle liberamente con licenza commerciale. Affinché una fotografia di un momento possa essere caricata su Wikipedia, oltre all'autorizzazione del fotografo è necessaria l'autorizzazione del proprietario del bene, eventualmente della sovrintendenza ed eventualmente dell'autore del monumento se non deceduto da almeno 70 anni (detentore dei diritti d'immagine). Gli enti pubblici possono fornire autorizzazioni (e rilasciare la loro documentazione con licenza libera) e facilitare la sinergia con istituzioni e privati.
  3. Le terza necessità è la creazione di una presenza nel territorio. Affinché persone e istituzioni siano facilitate nel partecipare alla cultura serve che il territorio abbia luoghi di incontro, punti di riferimento dovere ricevere informazioni, assistenza ed essere affiancati, e spazi che sostengano coinvolgimento e volontariato. La creazione di spazi fisici e punti di informazione è indispensabile per creare facilitati e collegamento diretto tra la dimensione locale e la dimensione online.
Punti di forza di Esino Lario Punti di debolezza di Esino Lario
  • Comunità di residenti stabile e legata al territorio. 15 associazioni locali, Ecomuseo delle Grigne, centro parco del Parco Regionale della Grigna Settentrionale, attività industriali e artigianali.
  • Partecipazione a reti locali, provinciali e regionali. Relazioni locali, nazionali e internazionali con enti, volontari, professionisti ed esercenti. Il comune fa parte della Comunità Montana della Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera e le istituzioni culturali fanno parte del sistema bibliotecario e museale della Provincia di Lecco e della rete degli Ecomusei della Lombardia.
  • Esistenza di un centro culturale e centro parco attivo a Villa Clotilde (con annesso nuovo museo e area verde); fondi già allocati per sistemazione.
  • Esperienza nella gestione e promozione di progetti sovraterritoriali innovativi. Esperienza pionieristica nell'uso delle licenze libere e nel contribuire a Wikipedia e i progetti Wikimedia. Committenza e collezione di opere d'arte contemporanea. Premi e riconoscimenti per il lavoro svolto.
  • Esperienza innovativa e positiva del programma "Esino Lario a misura di bambino" con sinergia e comunicazione coordinata tra esercenti, associazioni, volontari e professionisti.
  • Uso limitato delle risorse esistenti (appartamenti vuoti, infrastrutture comunali non pienamente utilizzabili).
  • Risorse economiche comunali molto limitate.
  • Numero esiguo di strutture comunali aggregative e ricreative e quelle esistenti non pienamente funzionali.
  • Piccola comunità e grande estensione territoriale del Comune; necessità di alte spese di manutenzione e bisogno dell'impegno e del coinvolgimento della comunità nel contribuire alla manutenzione (mantenimento dei boschi, manutenzione di edifici privati-caselli-baite, pulizia dei sentieri, sfalcio degli incolti, intervento in caso di emergenze...).
Opportunità Minacce
  • Sinergia amministrativa con i comuni di Perledo, Varenna e Lierna e la messa in rete di servizi.
  • Nucleo abitativo esteso, ampia capacità ricettiva, esperienza imprenditoriale e turistica della comunità.
  • La tecnologia è uno strumento esistente capace di comunicare con un pubblico internazionale, di rispondere in modo diverso a esigenze collegate alla mobilità, e di potenziare servizi e ridurne i costi.
  • Esino Lario ospita nel 2016 Wikimania, il raduno mondiale di Wikipedia. L'evento è inserito in un programma più vasto di iniziative collegate a Wikipedia e i progetti Wikimedia, rappresenta un'occasione di grande visibilità, ha già attivato e ricevuto sostegno da enti, volontari e professionisti locali, nazionali e internazionali, ed è un evento per Esino Lario ambizioso e prestigioso pensato per dare grande slancio al paese e allo stesso tempo aiutarlo a gestirle in modo integrate le risorse e potenziarle. Il progetto si basa su collaborazione e tecnologia al servizio dell'ambiente e collega il paese ad uno strumento internazionale e contemporaneo basato su collaborazione e tecnologia.
  • Sinergia con istituzioni partner specializzate (Comunità Montana della Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera per le relazioni con il territorio e Wikimedia Italia per i progetti relativi a Wikipedia e Wikimedia).
  • Economia turistica diversa rispetto agli anni Sessanta e Settanta; necessità di iscrivere il turismo all'interno di una diversificazione delle attività economiche, sostenere imprenditoria e innovazione con impatto positivo sociale, culturale e ambientale, puntare su un turismo internazionale e indirizzato a pubblici specifici con servizi dedicati.
  • Necessità di potenziare la qualità e la ricchezza dell'offerta ricreativa, sportiva e associativa del comune, integrata al programma culturale e ambientale esistente e già in fase di ulteriore sviluppo e associarla a qualità della vita e ricettività.
  • Necessità di sostenere la comunità e le sue associazioni durante tutto l'anno con iniziative ed edifici dedicati. Il sostegno alla comunità e alle associazioni è fondamentale per garantire una buona sinergia di lavoro nella conservazione, manutenzione e valorizzazione del territorio.
  • Necessità di rinforzare sinergie tra tutte le risorse locali (enti, volontari, professionisti, esercenti, privati con disponibilità di appartamenti in affitto, edifici comunali).
  • Necessità di promuovere attività formative e di aggiornamento continue.

Obiettivi[edit]

Potenziare la fruizione e la produzione della cultura offline e online, e collaborare insieme in un evento che sviluppa la partecipazione ai servizi culturali del territorio di Esino Lario e delle Grigne.

Wikimania Esino Lario è un progetto che nasce dal contesto specifico di Esino Lario e dalle opportunità offerte da Wikipedia e i progetti Wikimedia con l’obiettivo di potenziare l’accessibilità e la sinergia tra le istituzioni culturali, le associazioni, le risorse turistiche, ricreative, sportive e sociali di Esino Lario per sviluppare l’offerta e la partecipazione attiva nei servizi culturali del territorio. Questo potenziamento ha come centro Esino Lario, si focalizza sul territorio della Regione Lombardia (e in particolare province di Lecco, Como, Sondrio, Varese, Monza e Brianza) e si iscrive in una dimensione internazionale che dialoga con il mondo.

Wikipedia e i progetti Wikimedia sono strumenti esistenti focalizzati su partecipazione, pluralismo e fruizione: permettono ai cittadini di produrre cultura e valorizzare il patrimonio della loro comunità di appartenenza attraverso il volontariato culturale; danno spazio e visibilità alle forme di espressione artistica e culturale delle diverse componenti della società (permettendo di contribuire su diversi temi, in più lingue e attraverso diverse forme espressive: testi, immagini, mappature, tracciati di sentieri, raccolta dati e ricerca bibliografica); favoriscono l'incremento del pubblico alle iniziative artistiche e culturali documentando i luoghi della cultura esistenti, la ricchezza del patrimonio e fornendo informazioni di contesto sulla rilevanza delle iniziative artistiche e culturali.

In modo più specifico il progetto:

  1. Promuove la conoscenza e l'uso attivo di Internet attraverso comunicazione ed eventi: Wikimania Esino Lario, presentazioni nelle scuole e biblioteche, partecipazione alla comunicazione di Wiki Loves Monuments, relazioni con la stampa locale e nazionale.
  2. Coinvolge gli enti pubblici raccogliendo adesioni e autorizzazioni a documentare il patrimonio culturale dei loro territori e valorizzare la documentazione esistente.
  3. Potenzia la sinergia con il territorio. Adeguamento di strutture culturali, collaborative e ricreative, e collocazione all'interno di spazi fisici (in particolare biblioteche e musei) di informazioni e rimandi a Internet che permettono di creare un collegamento più stretto tra cultura offline e online.

Strategia d'intervento[edit]

Wikipedia, i progetti Wikimedia

Wikipedia è la più nota e discussa enciclopedia di Internet, con 500 milioni di lettori e 30 milioni di articoli in oltre 280 versioni linguistiche. Diversamente dalle enciclopedie tradizionali, Wikipedia è scritta in modo collaborativo da volontari e chiunque può contribuire con il suo sapere a migliorarla. L'enciclopedia Wikipedia è uno dei progetti Wikimedia, che includono anche dizionari, libri, fotografie e dati tutti rigorosamente liberi, ovvero a disposizione per essere usati, modificati e distribuiti.

Wikipedia, i progetti Wikimedia e i progetti collaterali come OpenStreetMap (un sistema di mappatura libera dei territorio) potenziano e facilitano la fruizione della cultura, permettono il riuso e la ridistribuzione di contenuti culturali, e si basano proprio sulla partecipazione attiva di tutti nella produzione della cultura.

Wikimania

Wikimania è il raduno mondiale dei volontari di Wikipedia e dei progetti Wikimedia. L'evento è stato organizzato nelle sue ultime edizioni a Washington D.C., Hong Kong, Londra e Città del Messico. Per 5 giorni partecipanti provenienti da tutto il mondo assistono a conferenze e collaborano per produrre nuovi contenuti, sviluppare software e condividere esperienze e idee.

Esino Lario

Esino Lario è un comune montano in Provincia di Lecco, sopra il Lago di Como e interamente immerso nel Parco Regionale della Grigna Settentrionale. Il comune ha una popolazione stabile di 761 residenti e durante i periodi di vacanza accoglie tra i 4 000 e i 6 000 villeggianti. A giugno 2016 il comune ospiterà Wikimania, il raduno mondiale di Wikipedia pianificato per 1 000 persone. L'evento è organizzato per dare slancio al paese e per partecipare allo sviluppo di Internet e del territorio del Lario. Nell'ambito del progetto Wikimania Esino Lario sono realizzati una serie di interventi necessari per ospitare l'evento e concepiti per migliorare collaborazione, cultura, ricettività, e qualità della vita a livello locale sul medio e lungo periodo.

Misurazione del livello di protagonismo culturale[edit]

Il livello di protagonismo culturale raggiunto attraverso l’intervento è misurabile in termini quantitativi e qualitativi attraverso la registrazione di:

  1. Numero e ruolo dei volontari coinvolti dalle associazioni locali.
  2. Corrispondenza tra i partecipanti previsti per il programma di eventi e delle attività culturali programmate e reale partecipazione.
  3. Potenziamento dei contenuti relativi al patrimonio del territorio lombardo (confronto dei contenuti su Wikipedia, i progetti Wikimedia e OpenStreetMap all'inizio e alla fine del progetto, numero di visite a questi contenuti).
  4. Numero di partecipanti alla conferenza Wikimania Esino Lario e feedback. Il numero di partecipanti è documentato attraverso le registrazioni e i biglietti giornalieri e il feedback dei partecipanti è raccolto attraverso un questionario (in collaborazione con il settore valutazione della Wikimedia Foundation) e attraverso commenti nelle pagine di discussione dell’evento.
  5. Numero di partecipanti a incontri, formazione e affiancamento e partecipazione attiva su Internet. Il monitoraggio sarà specifico sui progetti Wikimedia seguendo la procedura di metriche quantitative della Wikimedia Foundation con tracciabilità degli utenti registrati.
  6. Capacità del progetto di ampliare la sua visibilità monitorato attraverso recensioni, articoli sulla stampa locale e nazionale, presenza di media, engagement online (Facebook, twitter, siti dei progetti Wikimedia, monitoraggio statistiche siti).

Benefici e attività[edit]

Un programma di due anni che coinvolge esperti e meno esperti nel contribuire alla cultura offline e online.

Il progetto attraverso una serie di attività si indirizza a beneficiari specifici in due momenti diversi.

  1. La settimana del 21-28 giugno 2016 è la settimana della conferenza Wikimania Esino Lario ed è una settimana dedicata agli specialisti di Wikipedia e dei progetti Wikimedia, e agli esperti di tecnologia, comunicazione digitale, licenze libere e sapere libero e collaborativo. Il programma della conferenza risponde alle loro esigenze, è in inglese, e prevede il coinvolgimento di 1 000 partecipanti. Sono coinvolti in questa settimana anche giornalisti di media locali nazionali e internazionali, e referenti dei partner e sponsor. Tutte le associazioni e i gruppi di Esino Lario sono coinvolti nella pianificazione, organizzazione e gestione dell’evento e nel sostenerlo con le loro specifiche competenze. Oltre alla programmazione e gestione dell'evento, la conferenza Wikimania Esino Lario prevede un grande lavoro di organizzazione per rispondere a tutte le esigenze dei partecipanti (assicurazioni, visti, elettricità, connettività, vitto e alloggio, trasporti, sessioni di lavoro ed eventi a latere, etc.). Il dettaglio su tutti gli aspetti della conferenza è allegato al progetto e ha coinvolto 50 persone nell'ideazione.
  2. Il programma di attività 2015 e 2016 – prima e dopo la conferenza Wikimania Esino Lario – è destinato al pubblico locale e lombardo. È un programma in italiano di incontri, formazione e affiancamento pensato per non specialisti ma per persone che possono trarre beneficio dall'accesso a Internet e dall'uso (o da un uso più pieno) della tecnologia. Comprende un importante lavoro di comunicazione e questo programma di attività si indirizza a sua volta ad una serie di gruppi specifici, coinvolti in modo diverso:
  • Enti pubblici, associazioni e istituzioni culturali (con particolare attenzione ad associazioni culturali, musei, biblioteche, Pro Loco, CAI, ANA, Polisportiva). Gli enti locali, le associazioni e le istituzioni culturali sono affiancate nell'uso della tecnologia: l'obiettivo del loro coinvolgimento è quello di ottenere autorizzazioni necessarie, valorizzare i contenuti che già producono e hanno prodotto e coinvolgere i loro utenti e la loro rete; l'affiancamento avvicina inoltre un socio o referente di ogni ente all'uso di nuove tecnologie. Si ha a volte l'impressione che sia difficile per persone senza una particolare formazione utilizzare strumenti online; in realtà il contributo di ciascuno può essere diverso e Internet permette di potenziare cose che le associazioni e gli enti già fanno: per fare due esempi molto comuni gli enti già producono e raccolgono fotografie (che possono essere caricate su Wikimedia Commons) e associazioni come CAI e ANA partecipano alla manutenzione del territorio e nel segnare i sentieri (i tracciati prodotti con GPS possono essere caricati su OpenStreetMap). Il coinvolgimento delle associazioni e degli istituti culturali si focalizza sulle attività che gli enti già fanno e le potenzia attraverso la tecnologia. Si prevede di coinvolgere circa 20 istituzioni, con eventi in 4 biblioteche, 4 escursioni (Wikigite) e 2 incontri presso la Comunità montana; vi è inoltre un lavoro di rete, comunicazione e affiancamento durante tutto il progetto.
  • Pubblico femminile. Un percorso di formazione sul mondo digitale e l'imprenditorialità femminile è organizzata nel territorio della Provincia di Lecco per avvicinare in particolare il pubblico femminile all'uso o ad un uso più significativo della tecnologia (con particolare attenzione alle attività imprenditoriali nel campo della creatività – es. artigianato, oggettistica, lavori tessili – e della ricettività – es. bed&breakfast, affitto appartamenti, promozione di servizi turistici). Si prevede la realizzazione di tre eventi e il coinvolgimento di 40 donne.
  • Ragazzi. I ragazzi – in particolare tra gli 11 e i 18 anni – saranno coinvolti attraverso le scuole. Wikipedia è un sito internet che attrae l'attenzione di molti ragazzi ed è sovente lo strumento di riferimento. Una migliore comprensione di come funziona Wikipedia oltre ad essere un argomento che suscita interessa tra i ragazzi può permetterne un uso più consapevole sia da parte di studenti che da parte di insegnanti (che possono coinvolgere gli alunni non solo nel consultare Wikipedia ma anche nel contribuire). Si prevedono presentazioni all'interno di 10 scuole (comprese le scuole del distretto scolastico di Bellano e la sede del Politecnico di Milano a Lecco) raggiungendo un pubblico di circa 5 000 studenti; le presentazioni agli studenti sono inoltre un modo efficace di informare le famiglie e il territorio.

Gli interventi previsti a Esino Lario sono finalizzati a valorizzare strutture gestite da associazioni ed enti culturali per potenziare la fruizione della cultura a livello locale. Sono così interessati i 780 abitanti del Comune di Esino Lario, i circa 4 000-6 000 villeggianti che fruiscono dell'offerta culturale di Esino Lario in particolare in estate e durante le vacanze negli altri mesi dell’anno, e i circa 150 soci delle associazioni locali coinvolti direttamente nell'organizzazione di Wikimania Esino Lario e nell'implementazione del progetto. Gli interventi sono pianificati per avere una durata minima di 20 anni permettendo quindi un ampio uso da parte dei cittadini e villeggianti e la possibilità di beneficiare un territorio più vasto.

Obiettivo 1[edit]

Promuovere la conoscenza e l'uso attivo di Internet attraverso comunicazione ed eventi: Wikimania Esino Lario, presentazioni nelle scuole e biblioteche, partecipazione alla comunicazione di Wiki Loves Monuments, relazioni con la stampa locale e nazionale.

Risultati attesi Destinatari Attività Indicatori Risorse (tra parentesi indicato il coinvolgimento dei partner)
Le comunità del territorio sono al corrente di Wikimania e sanno cos'è Wikipedia Studenti (in particolare tra gli 11 e 18 anni), pubblico femminile, referenti di associazioni ed enti culturali, biblioteche. Piano di comunicazione.
Presentazioni a scuole e biblioteche e formazione in particolare al pubblico femminile.
Relazioni con i media locali e nazionali.
Partecipanti agli eventi (numero e dati generali su età, genere), presenza sui media locali e nazionali, statistiche su Wikipedia e i progetti Wikimedia. Comunicazione (consulente, project manager e Wikimedia Italia), tutor per le presentazioni, collaborazione con l'associazione Colazione da Tiffany per la formazione (in particolare al pubblico femminile).
Potenziamento immagini su Wikimedia Commons e potenziamento della partecipazione a Wiki Loves Monuments 2015. Utenti di Wikipedia (500 milioni di lettori) e utenti di internet che possono usare le immagini. Piano di comunicazione.
Presentazioni a scuole e biblioteche, Wikigite, affiancamento istituzioni, autorizzazioni di enti locali.
Statistiche su contenuti online, statistiche su partecipanti e contenuti prodotti da Wiki Loves Monuments 2015. Comunicazione (consulente, project manager e Wikimedia Italia), responsabile della rete (Wikimedia Italia), comunicazione e coinvolgimento enti (Wikimedia Italia). Partecipazione di volontari.
Realizzazione di Wikimania, il raduno mondiale di Wikipedia in Italia nel 2016. 1 000 partecipanti, esperti di Wikipedia, dei progetti Wikimedia, di comunicazione, cultura digitale, informatica e ICT4D. Conferenza specialistica in inglese. Pianificazione, organizzazione e gestione della conferenza Wikimania (trasporti-visti, registrazioni, borse di studio, logistica, alloggio, vitto, programma, sicurezza, relazioni con volontari ed enti, borse di studio).
Piano di comunicazione.
Coerenza con gli obiettivi e i misuratori già definiti per Wikimania (link) Spese per l’evento (assicurazioni, elettricità, vitto, pulizie, materiali affittati, trasporto, registrazioni video, borse di studio per volontari e ospiti), project manager (visti, registrazione, rapporti con i partecipanti), comunicazione, presenza all'evento di collaboratori di Wikimedia Italia coinvolti nella gestione (Wikimedia Italia), coordinatore trasporti. Coinvolgimento di circa 300 volontari nella gestione dell’evento; partecipazione di volontari (circa 60% dei partecipanti).
Potenziamento informazioni geografiche su OpenStreetMap. Wikipedia che usa le mappe OpenStreetMap (500 milioni di lettori) ed enti e persone che possono usare e modificare le mappe prodotte. Piano di comunicazione.
Caricamento contenuti geografici, Wikigite.
Statistiche su contenuti online (pagine, modifiche, partecipazione). Tutor e collaborazione con il Politecnico di Milano. Partecipazione di volontari.

Obiettivo 2[edit]

Coinvolgere gli enti pubblici raccogliendo adesioni e autorizzazioni a documentare il patrimonio culturale dei loro territori e valorizzare la documentazione esistente.
Risultati attesi Destinatari Attività Indicatori Risorse (tra parentesi indicato il coinvolgimento dei partner)
Gli enti pubblici della Comunità montana della Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera (28 comuni) sono al corrente di Wikimania e della necessità di dare la loro autorizzazione affinché il patrimonio culturale del loro territorio possa essere valorizzato dai volontari online in particolare su Wikipedia e i progetti Wikimedia. Enti pubblici e indirettamente cittadini (residenti, villeggianti e turisti) dei loro territori. Due incontri della Comunità montana della Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera con presentazione di Wikimania, del ruolo di Wikipedia e dei progetti Wikimedia nel valorizzare il patrimonio culturale e di OpenStreetMap come strumento geografico per documentare i territori. Reazioni delle istituzioni (contatti, feedback, domande). Sono previsti due incontri perché si prevede che gli enti abbiano bisogno di tempi diversi per poter capire ed eventualmente aderire al progetto. Referente della Comunità Montana (Comunità Montana), coinvolgimento per la presentazione del referente della rete (Wikimedia Italia).
Gli enti pubblici della Comunità montana della Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera (28 comuni) aderiscono al progetto dando la loro autorizzazione a realizzare fotografie del patrimonio culturale del loro territorio e nel caricare online con licenza libera documentazione da loro prodotta. Enti pubblici e indirettamente cittadini (residenti, villeggianti e turisti) dei loro territori. Accompagnamento degli enti, risposte alle domande, invio della documentazione e del modello di lettera di adesione e autorizzazione. Numero di adesioni ricevute. Si prevede un’adesione del 30% dei comuni contattati. Referente della rete (Wikimedia Italia), tutor, e project manager/segreteria del progetto.

Obiettivo 3[edit]

Potenziare la sinergia con il territorio. Adeguamento di strutture culturali, collaborative e ricreative, e collocazione all’interno di spazi fisici (in particolare biblioteche e musei) di informazioni e rimandi a Internet che permettono di creare un collegamento più stretto tra cultura offline e online.
Risultati attesi Destinatari Attività Indicatori Risorse (tra parentesi indicato il coinvolgimento dei partner)
Le persone trovano informazioni e rimandi a Internet, Wikipedia e i progetti Wikimedia in luoghi del territorio. Istituzioni e persone del territorio. In particolare pubblico delle biblioteche e dei musei del territorio. Incontro di inizio progetto con team e volontari.
Creazione di un Wikicentro a Villa Clotilde (informazioni e competenze).
Formazione e affiancamento del personale dell'ufficio turistico di Esino Lario e delle associazioni di Esino.
Comunicazione di Wikimania e Wikipedia attraverso manifesti e materiale informativo distribuito in biblioteche e musei (attraverso i sistemi)
Capacità di Villa Clotilde di fornire informazioni a persone e istituzioni (feedback, verifica competenze).

Distribuzione a tutti gli enti coinvolti nella rete del sistema bibliotecario e museale della Provincia di Lecco, verifica della presenza del materiale in 4 biblioteche e 4 musei.

Incontro di avviamento progetto, gestito dal project manager.
Tutor in collaborazione con il personale dell'ufficio turistico e le associazioni di Esino.
Materiale di comunicazione gestito dal project manager.
Adeguamento e messa in sicurezza del Palazzetto dello Sport. Partecipanti a Wikimania (1 000), residenti di Esino Lario (761), villeggianti e turisti (4 000-6 000). Acquisto scale di sicurezza. Utilizzo dell'edificio durante Wikimania e dopo l'evento (orari di apertura, programma, feedback). Project manager in collaborazione con il Comune di Esino Lario e la Polisportiva di Esino Lario (ente gestore della struttura).
Adeguamento e messa in sicurezza ex-cinema come Sala Civica Polivalente. Partecipanti a Wikimania (1 000), residenti di Esino Lario (761), villeggianti e turisti (4 000-6 000). Partecipazione alle spese di adeguamento e messa in sicurezza. Utilizzo dell’edificio durante Wikimania e dopo l'evento (orari di apertura, programma, feedback). Project manager in collaborazione con il Comune di Esino Lario (gara di appalto o assegnazione incarichi) e la ProLoco di Esino Lario (ente gestore della struttura).
Adeguamento e messa in sicurezza dell'ex-Museo delle Grigne trasformato in spazio collaborativo per le associazioni di Esino Lario. Partecipanti a Wikimania (1 000), residenti di Esino Lario (761), villeggianti e turisti (4 000-6 000). Sistemazione del sistema elettrico dell’edificio. Utilizzo dell’edificio durante Wikimania e dopo l’evento (orari di apertura, programma, feedback). Project manager in collaborazione con il Comune di Esino Lario (gara di appalto o assegnazione incarichi) e le associazioni di Esino Lario (enti ospitati e gestori della struttura).
Potenziamento dell'attrezzatura delle strutture esistenti (proiettori, monitor, audio) e della connettività a Esino. Partecipanti a Wikimania (1 000), residenti di Esino Lario (761), villeggianti e turisti (4 000-6 000). Acquisto di attrezzatura e miglioramento della connettività (per Wikimania e oltre Wikimania). Utilizzo dell'edificio durante Wikimania e dopo l'evento (orari di apertura, programma, feedback). Spese di attrezzatura e incarichi gestiti dal project manager.

Durata e cronoprogramma[edit]

Un progetto di due anni che coinvolge e attiva il pubblico nel contribuire alla cultura online e offline in occasione di Wikimania Esino Lario e del concorso fotografico Wiki Loves Monuments.

Il progetto ha una durata di 24 mesi, durante i quali è organizzato un programma di attività che precede e segue Wikimania, il raduno mondiale di Wikimedia. Il programma distribuito sui due anni permette di coinvolgere e attivare in modo consistente il pubblico e di valorizzare la visibilità internazionale di Wikimania, facendo convergere la comunicazione sulla partecipazione alla cultura e al sapere offline e online. Il programma di due anni include anche Wiki Loves Monuments (settembre), il concorso fotografico annuale che premia le più belle fotografie di monumenti caricate con licenza libera su Wikimedia Commons, la banca dati multimediale di Wikipedia.

Cronoprogramma 2015 2016 2017
Attività Obiettivo Utenza Responsabile Partner 5 6 7 8 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 1 2 3 4
Incarichi e incontro (i) Gestione Collaboratori Project manager Amici Museo i
Networking enti pubblici e presentazioni (p) Coinvolgimento Cittadini e turisti attraverso gli enti pubblici Referente Comunità montana Comunità montana p w p
Networking e presentazioni scuole (s), biblioteche (b) e wikigite-escursioni (e) Coinvolgimento Studenti, cittadini, attenzione a presenza femminile, referenti associazioni Coordinatore rete e tutor Wikimedia Italia b e b e s s s s w b e b e s s s s
Comunicazione Coinvolgimento Particolare attenzione territorio Rif. piano di comunicazione Tutti i partner w
Wikimania (w) Coinvolgimento Pubblico specializzato Coordinatore evento e volontari Amici Museo - Wikimedia Italia w
Interventi edifici Territorio Cittadini, turisti Comune di Esino Amici Museo
Connettività pubblica Territorio Cittadini, turisti Project manager - Fornitore Amici Museo w
Report del progetto Gestione Partner, sostenitori Project manager Amici Museo i n R

Piano di comunicazione[edit]

Il raduno mondiale di Wikipedia a Esino Lario come occasione di grande visibilità ed efficace comunicazione per coinvolgere il pubblico e le istituzioni nel contribuire alla cultura offline e online. Wikipedia viene in Lombardia, la Lombardia va su Wikipedia.
Obiettivo Messaggio Obiettivo
Messaggio generale Wikipedia arriva in Italia e l'Italia va su Wikipedia Comunicare Wikimania come occasione di contribuire a Wikipedia e i progetti Wikimedia. Tutti i luoghi d'Italia – grandi e piccoli con il loro patrimonio e le loro comunità – possono partecipare alla cultura e il sapere libero online.
Informazione Cos'è Internet Permettere a più persone di avvicinarsi a Internet in un modo più attivo e cosciente

Potenziare l'uso positivo delle risorse e degli strumenti disponibili su Internet

Informazione Cos'è Wikipedia Potenziare una conoscenza più articolata di Wikipedia e del suo sistema di funzionamento
Una migliore conoscenza permette un uso più oculato e attivo
Informazione Non sei solo Calendario di eventi
Affiancamento
Help desk
Azione Fotografa il patrimonio culturale italiano e contribuisci a Wikipedia Coinvolgere l'Italia nel documentare il patrimonio culturale italiano
Documentare il patrimonio culturale italiano
Azione Condividi le tue fotografie su Wikipedia Documentare il patrimonio culturale italiano.
Valorizzare materiale esistente di comuni, musei e associazioni.
Azione Mappa il tuo territorio su OpenStreetMap Avere a disposizione documentazione aggiornata e riutilizzabile sui territori (materiale che può essere usato e stampato da associazioni, comuni, imprese)

Riempire un vuoto: le piccole città non sono necessariamente già mappate da google (manca proprio il materiale).
Coinvolgere associazioni che già sanno contribuire (tracciati GIS, conoscenza della toponomastica, conoscenza dei sentieri)

Azione Migliora l'articolo di Wikipedia sul tuo comune Incoraggiare persone a migliorare l'articolo sul loro comune.
Azione Autorizza (uso e distribuzione di documentazione) Potenziare l'uso e la distribuzione delle risorse esistenti (ricerche, pubblicazioni, materiale informativo, fotografie, contributi di volontari)
Facilitare la buona gestione degli enti con procedure trasparenti che rispettano diritti e legge sulla privacy.
Azione Autorizza (fotografie spazi pubblici) Ottenere le necessarie autorizzazioni per fare fotografie in spazi pubblici.
Far conoscere il problema dei limiti imposti dalla legge italiana nel fotografare il patrimonio culturale (limiti che riducono la distribuzione dei contenuti e la possibilità di coinvolgere utenti nel valorizzare il patrimonio nazionale)
Target Perché si comunica Cosa si comunica Media e come si comunica
Studenti elementari Raggiungere famiglie
Partecipazione Wikimania
Cos'è Wikipedia Scuola
Studenti medie Raggiungere famiglie
Partecipazione Wikimania
Utilizzatori di Wikipedia
Cos'è Wikipedia Scuola
Studenti superiori Utilizzatori di Wikipedia
Potenziali contributori
Cos'è Wikipedia
Puoi contribuire anche tu
Scuola. Sinergia con singoli insegnanti, Facebook, WhatsApp
Studenti universitari Utilizzatori di Wikipedia
Potenziali contributori
Cos'è Wikipedia
Puoi contribuire anche tu
Scuola. Sinergia con singoli insegnanti, Facebook, WhatsApp
Insegnanti low tech Utilizzatori di Wikipedia
Studenti usano Wikipedia
Cos'è Wikipedia Scuola
Insegnanti high tech Utilizzatori di Wikipedia
Studenti usano Wikipedia
Potenziali contributori
Puoi usare Wikipedia nelle tue classi (come si fa, perché è utile, cosa insegna, come si integra nel programma) Scuola
Network scuola
Donne Perché ce ne sono poche attive online Cos'è Internet
Come trarre vantaggio da internet (imprenditoria)
Programma di eventi
Presentazione generale
Referenti associazioni/musei Autorizzazioni Serve autorizzazione Sistema museale, incontri individuali
Gente attiva CAI/alpinisti/ciclisti Potenziali contributori mappe
Potenziali contributori foto (spesso ottimi fotografi che vanno in giro)
Puoi contribuire anche tu Network CAI
Wikigita
Bibliotecari Utilizzatori
Potenziali contributori
Puoi contribuire anche tu
Puoi assistere altri nel contribuire
Biblioteche
Sistema bibliotecario
Amministrazioni Autorizzazioni e licenze libere Serve autorizzazione Media locali (stampa)
Media nazionali (stampa, TV)
Pubblico generico Utilizzatori
Non utilizzatori e non sanno cos'è
Wikimania
Cos'è Wikipedia Media locali (stampa, radio, TV)
Media nazionali (stampa, radio, TV)
Fotografi Possono caricare foto
Possono fare foto per WLM
Come caricare fotografie
Concorso
Associazioni di fotografi
Associazioni di fotografi Possono comunicare concorso ai loro soci Concorso Networking
Incontri
Università – Facoltà di comunicazione Sensibili a temi legati a comunicazione online
Di solito conoscenza delle lingue
Possibili volontari Wikimania
Cos'è Wikipedia
Wikimania
Scuola
Sinergia con singoli insegnanti

Organizzazione[edit]

Tre istituzioni che collaborano per sostenere il lavoro di volontari e la riuscita di eventi, luoghi e attività a loro dedicati.

"Wikimania Esino Lario: Protagonismo culturale offline e online" è prima di tutto un progetto incentrato sul volontariato: volontari sono i promotori, i partecipanti, i beneficiari e persone coinvolte in tutte le attività. Il coinvolgimento degli enti è finalizzato a sostenere il lavoro dei volontari e a garantire la buona riuscita di tutte le attività. Oltre 50 volontari sono al momento direttamente coinvolti nell'organizzazione di Wikimania Esino Lario e hanno già confermato la loro adesione[1]. Si tratta di membri della comunità di Esino Lario attivi in associazioni, referenti di organizzazioni coinvolte (Amici del Museo delle Grigne Onlus / Ecomuseo delle Grigne e direttivo e membri dell'associazione Wikimedia Italia) ed esperti che hanno deciso di contribuire con la loro specifica professionalità necessaria al successo dell'evento e di tutte le attività previste dal progetto. Per la conferenza è previsto il coinvolgimento di 300 volontari attivi nella gestione dell'evento (logistica e programma); i partecipanti all'evento sono a loro volta volontari attivi di Wikipedia e dei progetti Wikimedia.

Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus / Ecomuseo delle Grigne (capoprogetto)

L'associazione nata nel 1998 è un organizzazione senza scopo di lucro e Onlus con sede a Esino Lario. È l'ente gestore dell'Ecomuseo delle Grigne, e dell'Archivio Pietro Pensa con la sua biblioteca specialistica. Oltre a coinvolgere volontari e sostenere la partecipazione attiva nella cultura, l'associazione si è distinta negli anni nel produrre progetti pilota, valorizzando risorse esistenti attraverso tecnologia e creatività contemporanea. Ha commissionato e prodotto opere d'arte (premio Young Talents della Fondazione Strozzina di Firenze all'opera prodotta dall'associazione di Rossella Biscotti, lanciato il progetto “Esino a misura di bambino” (premio FamigliaLavoro della Regione Lombardia e Università Cattolica) e creato procedure innovative per potenziare la visibilità e l'accesso a contenuti attraverso licenze libere e Wikipedia (premio Wikimedia Italia 2009). Nonostante l'associazione sia un piccolo ente gestito da volontari, ha diretto e realizzato negli anni con rigore e professionalità progetti in collaborazione con altri enti e sostenuti da comuni, provincia di lecco, Fondazione della Provincia di Lecco, Fondazione Cariplo e Regione Lombardia. Tra il 2009 e il 2013 con il sostegno della Fondazione Cariplo, è stata capoprogetto di "Vestire i paesaggi" che – oltre a raggiungere i risultati previsti – ha creato un'esperienza pilota nel valorizzare materiale archivistico locale attraverso selezioni tematiche e interpretazioni contemporanee. Per la gestione del progetto "Wikimania Esino Lario: Protagonismo culturale offline e online" l'associazione coinvolgerà un project manager retribuito e garantirà la realizzazione delle attività previste, collaborando con il Comune di Esino Lario, i partner, le associazioni coinvolge e tutti i volontari.

Carlo Maria Pensa, presidente dell'Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus, volontario. Ingegnere, dirigente d'impresa, e attivo nella pubblica amministrazione per 25 anni. È stato sindaco di Esino Lario, assessore del comune di Parlasco, assessore della Comunità montana della Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera. In particolare a Esino Lario ha sostenuto il volontariato e l'impegno civico come sindaco e presidente dell'ANA Val d'Esino, del Soccorso Val d'Esino e dell'Associazione Amici del Museo delle Grigne. Già presidente dell'Associazione Amici dei Musei lecchesi ha trasferito la sua esperienza nel sostenere attività aggregative e culturali nel territorio di Esino al fine di valorizzare il Museo delle Grigne e potenziare la conservazione, valorizzazione e interpretazione del patrimonio storico e contemporaneo locale in collaborazione con persone ed enti.

Iolanda Pensa, referente e coordinatore dell'Ecomuseo delle Grigne, volontario. Storica dell'arte con due titoli di dottorato in antropologia sociale ed etnologia all'EHESS Ecole des Hautes Etudes di Parigi e in governo e progettazione del territorio al Politecnico di Milano, è specializzata in sistemi di produzione e distribuzione di sapere in particolare in Africa e nel territorio alpino. È ricercatore alla SUPSI Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana dove dirige progetti di ricerca internazionali; ha fondato nel 2005 la fondazione iStrike a Rotterdam in Olanda, è stata per 4 anni professore di Economia dell'Arte alla NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, ed è stata per sei anni direttore scientifico per la Fondazione lettera27 dirigendo i progetti "WikiAfrica" e "Share Your Knowledge" che hanno coinvolto 100 organizzazioni nel produrre oltre 30 000 contenuti per Wikipedia e i progetti Wikimedia. Ha esperienza nell'ideare, dirigere e realizzare progetti internazionali in contesti complessi e collaborare con volontari.

Wikimedia Italia (partner)

Wikimedia Italia è l'organizzazione senza scopo di lucro che sostiene il sapere libero, Wikipedia, i progetti Wikimedia e OpenStreetMap in Italia. Wikimedia Italia ha lo specifico ruolo all'interno del progetto di coordinare e realizzare attività prima e dopo la conferenza che potenziano la partecipazione attiva dei cittadini nel contribuire alla cultura su Wikipedia e i progetti Wikimedia. Wikimedia Italia ha una specifica competenza in questo ambito, coinvolge già oltre 300 soci volontari in Italia, ha una rete internazionale collegata al movimento Wikimedia, e il coinvolgimento di persone nel contribuire alla cultura su Wikipedia e i progetti Wikimedia e al sapere libero sono al centro del suo scopo statutario.
Oltre a coinvolgere già un'ampia rete di persone e istituzioni significative per la buona riuscita delle attività previste dal progetto, Wikimedia Italia ha esperienza nella gestione di progetti sostenuti dalla Fondazione Cariplo (ArcheoWiki), ha esperienza nel gestire eventi e iniziative che coinvolgono enti pubblici, istituzioni culturali, associazioni, musei e biblioteche nel sostenere il potenziamento del pubblico della cultura e la conoscenza online e di Internet. Attraverso il progetto ArcheoWiki, Wikimedia Italia ha collaborato con musei archeologici lombardi e la relativa soprintendenza, e ha acquisito una specifica competenza nel gestire la complessità delle licenze e delle autorizzazioni in accordo con la legislazione italiana. Wikimedia Italia è inoltre ente promotore del concorso fotografico "Wiki Loves Monuments", un evento centrale in Italia che ha coinvolto una grande rete di persone – in sinergia con enti e amministrazioni pubbliche – nel partecipare alla cultura e documentare il patrimonio culturale italiano su Internet.
Wikimedia Italia è promotore insieme a Wikimedia Svizzera di Wikimania Esino Lario. Il suo ruolo all'interno del progetto "Wikimania Esino Lario: Protagonismo culturale offline e online" si focalizza su comunicazione, coinvolgimento di istituzioni e volontari, e nel sostenere il programma di attività ed eventi previsti in particolare prima e dopo la conferenza Wikimania; Wikimedia Italia partecipa inoltre alla gestione della conferenza.

Comunità Montana della Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera (partner)

La Comunità Montana della Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera è un ente pubblico che coinvolge 28 comuni della Provincia di Lecco ed è ente gestore del Parco Regionale della Grigna Settentrionale. La comunità montana ha una conoscenza profonda del territorio, esperienza nella gestione di progetti sostenuti dalla Fondazione Cariplo e una stretta sinergia con i comuni che la costituiscono. Dal 2013 è ente capofila per l'Italia del progetto Interreg "Il paesaggio culturale alpino su Wikipedia" all'interno del quale ha rilasciato contenuti con licenza libera e avviato la richiesta di autorizzazioni per l'uso di materiale in particolare geografico della Provincia di Lecco. All'interno del progetto il ruolo della comunità montana si focalizza nel coinvolgere la sua rete di comuni attraverso due presentazioni, nel facilitare l'adesione dei comuni (autorizzazioni a fotografare monumenti e siti e patrimonio di proprietà) e il loro coinvolgimento nel comunicare ai cittadini; la comunità montana è inoltre coinvolta attraverso le attività di escursioni del parco che durante il progetto vendono accompagnate da tutor per trasformarle in Wikigite: escursioni che permettono ai partecipanti di esplorare l'ambiente e la cultura del parco e contribuire (con fotografie, tracciati GPS e informazioni) ai contenuti online.

Politecnico di Milano (sostegno)

Il Politecnico di Milano collabora dal 2013 con il Comune di Esino Lario e la Comunità Montana della Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera nell’ambito del progetto "Il paesaggio culturale alpino su Wikipedia". Il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani ha una specifica competenze nello studio e nella valorizzazione del paesaggio e nel sostenere la partecipazione dei cittadini nel documentare, interpretare e conservare il loro territorio. Il dipartimento sostiene il progetto e sarà coinvolto nella sua implementazione con una particolare attenzione ai contenuti geografico, fondamentali per i servizi al territorio, la partecipazione dei cittadini alla sua conservazione e per facilitare la creazione e l'uso di mappe e itinerari basate su materiale libero (non protetto da “tutti i diritti riservati” e quindi pienamente utilizzabile e modificabile legalmente) da parte di associazioni, enti pubblici e istituzioni culturali.

Analisi del contesto e dell'utenza[edit]

Esino Lario[edit]

Esino Lario è un piccolo centro montano di 750 abitanti nella Provincia di Lecco in Lombardia. È situato a 800 metri di altezza sopra il Lago di Como, ed è collegato a Varenna e alla Valsassina da due strade provinciali. Il territorio – costituito dagli antichi nuclei di Esino interiore e Esino superiore – si estende per 18,66 kmq sul versante nord del massiccio delle Grigne e confina con i comuni di Parlasco, Taceno, Cortenova, Primaluna, Pasturo, Mandello del Lario, Lierna, Varenna e Perledo. Il comune è interamente immerso nel Parco regionale della Grigna settentrionale, è geograficamente isolato, dista 8 km da Perledo – il comune più vicino – ed è a circa 40 km da Lecco e 100 km da Milano.

Economia turistica[edit]

Con la sua Ghiacciaia del Moncodeno già citata da Leonardo Da Vinci e con oltre 300 grotte, il territorio di Esino Lario è fin dall'Ottocento oggetto di studio da parte di scienziati interessati all’eccezionalità dei fenomeni carsici e alla ricchezza di fossili. L’Abate Antonio Stoppani considerato il padre della geologia italiana dedica a Esino la pubblicazione Les Pétrifications d'Esino et de Lenna e avvia – con le sue escursioni e ricerche – lo sviluppo del primo turismo, scientifico e internazionale. L'economia turistica a Esino Lario determina negli Sessanta e Settanta la crescita del benessere e la grande espansione del nucleo abitativo. I soggiorni estivi raggiungono le 12’000 presenze e aumentano i servizi. Vengono costruite strade, l'acquedotto, la scuola dell’infanzia, la scuola elementare; aumenta il numero di alberghi, ristoranti, bar e negozi. I mesi di luglio e agosto sono animati da un ricco programma di iniziative ricreative, culturali e sportive. Come in molti paesi montani, negli anni Novanta le lunghe villeggiature estive di mezza montagna cominciano un lento e inesorabile declino, mentre aumenta la notorietà internazionale del Lago di Como e si sviluppa un nuovo turismo più breve e con esigenze specifiche.

Esino Lario a misura di bambino: ricettività e qualità della vita[edit]

Nel 2009 viene avviato a Esino Lario il programma "Esino Lario a misura di bambino", una serie di iniziative che si concentrano nel migliorare i servizi alle famiglie e a rendere il territorio più confortevole e accessibile a tutti. Il programma è ideato per potenziare la ricettività del territorio e allo stesso tempo per accrescere la qualità della vita dei residenti. "Esino Lario a misura di bambino" riceve nel 2010 il premio FamigliaLavoro della Regione Lombardia e di ALTIS - Alta Scuola Impresa e Società, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, in collaborazione con ASAG - Alta Scuola di Psicologia Agostino Gemelli, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. All'interno di "Esino Lario a misura di bambino" vengono creati 5 parchi giochi realizzati in diverse aree del paese, si organizzano laboratori e attività specificatamente pensate per diverse fase d'età e cresce l'attenzione per i servizi indicati attraverso una segnaletica che specifica la disponibilità di seggioloni, fasciatoi, scaldabiberon, menù bambini negli edifici pubblici e presso gli esercenti.

Imprenditorialità e innovazione[edit]

Il turismo è a partire dagli Sessanta un'importante componente dell'economia di Esino Lario e della sua crescita, ma non è l'unica attività economica che caratterizza il territorio.
Tra gli anni Trenta e Sessanta viene creata da Don Giovanni Battista Rocca l'arazzeria di Esino Lario, che realizza opere su bozzetti originali di artisti contemporanei con telai brevettati dallo stesso Don Rocca e con una particolare tecnica di tintura con colorazione a fuoco di fili di seta eseguita con coloranti solidi nelle più svariate gamme di colori. Negli anni Novanta viene riaperta una scuola di arazzeria che avrà l'importante ruolo di tramandare le tecniche innovative ideate e promosse da Don Rocca. Le opere dell'arazzeria di Esino Lario sono inserite tra le più importanti produzioni italiane di arazzi dell'epoca.
La produzione di opere d'arte contemporanea viene riavviata nel 2007. L'Associazione Amici del Museo delle Grigne commissiona una serie di opere ad artisti contemporanei a partire da documentazione di archivio nell'ambito del progetto “Vestire i paesaggi”, sostenuto dai comuni di Barzio, Primaluna, Taceno, dal Fondo Pietro Pensa presso la Fondazione della Provincia di Lecco, Provincia di Lecco, Regione Lombardia e Fondazione Cariplo. Due degli artisti internazionali in residenza della Rockefeller Foundation Bellagio Center – Berry Bickle e Sue Williamson – visitano Esino e il suo archivio; Berry Bickle realizza la sua opera alla Rockefeller Foundation Bellagio Center basandosi su documentazione dell'Archivio Pietro Pensa di Esino Lario. Fanno parte della collezione di arte contemporanea di Esino Lario opere degli artisti Rossella Biscotti, Warburghiana, Roberto Paci Dalò, Invernomuto, Giuditta Nelli, Antonio Scarponi, Francesca Cogni e Donatello De Mattia, Salottobuono, Berry Bickle. Tra le opere vi è un theremin (uno strumento musicale considerato il primo strumento di musica elettronica) di 6 metri di altezza che è stato attivato da un falco nella performance degli Invernomuto, e un'opera sonora di Roberto Paci Dalò allestita in modo permanente all'interno di Villa Clotilde. L'opera di Rossella Biscotti prodotta a Esino ha ricevuto nel 2009 il premio Emerging Talents della Fondazione Strozzina di Firenze; l'artista è stata in mostra alla Biennale di Venezia 2013.
Nel dopoguerra si sviluppano a Esino attività di imprenditoria industriale e artigianale; negli anni Ottanta verrà creata nella zona di Bigallo un'area industriale che ha contribuito significativamente alla creazione di posti di lavoro nel paese e ad una diversificazione delle attività economiche locali.
Nel 2009 viene avviato un progetto di valorizzazione di un prodotto tipico del territorio, la patata bianca di Esino, una varietà di patata bianca asciutta, ricca di amido e sali minerali coltivata localmente e utilizzata tradizionalmente nella ricetta della pasta del raviolo chiamato Patole. Il progetto ha contribuito alla reintroduzione della varietà localmente, alla creazione di una cooperativa e all'organizzazione del Tartifol Fest, un festival dedicato ad agricoltura, enogastronomia, artigianato e prodotti tipici.
Il bosco rappresenta storicamente una risorsa centrale del territorio. Per secoli Esino fa parte della squadra dei monti, i comuni che forniscono legna da ardere per la produzione del ferro in Valsassina. La larga maggioranza dei boschi sono di proprietà comunale, con una gestione individuale e familiare, e interventi collaborativi in caso di calamità.

Collaborazione: Sinergia tra enti, volontari e professionisti[edit]

Esino Lario beneficia di una comunità stabile. Il numero degli abitanti fin dalla fine dell'Ottocento continua ad essere intorno alle 800 persone. La comunità contribuisce allo sviluppo e alla manutenzione del territorio attraverso 15 associazioni attive in attività culturali, ricreative, sportive, educative, ambientali, di assistenza sociale e di intervento in caso di emergenze.
Oltre alle attività promosse e mantenute dalle associazioni, il Comune di Esino Lario negli ultimi 10 anni ha raccolto finanziamenti, donazioni e contributi di volontari sostenendo sinergie locali, provinciali e regionali.
Esino Lario è totalmente immerso nel Parco regionale della Grigna Settentrionale ed è “centro parco”, punto di informazione e di partenza per itinerari naturalistici e geologici nella Grigna Settentrionale.
Nel 2009 viene riconosciuto dalla Regione Lombardia l'Ecomuseo delle Grigne che coincide con il territorio di Esino Lario, focalizza la sua attenzione sul rapporto storico e contemporaneo dell'uomo con la montagna, partecipa alla rete degli ecomusei della Regione Lombardia e potenzia la comunicazione e la concertazione tra le associazioni e la comunità di Esino.
La biblioteca civica del comune fa parte del Sistema bibliotecario provinciale e il Museo delle Grigne fa parte della rete dei musei della Provincia di Lecco.
Lo stesso approccio collaborativo è alla base del programma "Esino Lario a misura di bambino" avviato nel 2009 (che ha coinvolto associazioni ed esercenti con l'obiettivo di potenziare accessibilità e servizi per le famiglie), del progetto “Vestire i paesaggi” (che tra il 2009 e il 2012 ha valorizzato la documentazione libraria e archivistica di quattro archivi della Provincia di Lecco in collaborazione con comuni, provincia, studiosi, designer e artisti) e del progetto "Il paesaggio culturale alpino su Wikipedia: Valorizzare il paesaggio culturale attraverso dati aperti, Wikipedia, Sit e allestimenti analogico digitali” (che tra il 2013 e il 2013 potenzia il contributo a Wikipedia e i progetti Wikimedia di enti pubblici e istituzioni culturali in Italia e Svizzera sul tema del paesaggio culturale alpino).

Tecnologia: Licenze libere, open data e Wikipedia[edit]

L'utilizzo della tecnologia è stata impiegata a Esino Lario come strumento esistente capace di potenziare informazione e accessibilità a contenuti, e capace di ridurre o azzerare i costi di gestione di alcuni servizi. Esino Lario è stato un precursore nell'utilizzo di licenze libere, open data e condivisione di contenuti su Internet, contribuendo a Wikipedia e ai progetti Wikimedia. Nel 2009 l'approccio innovativo di Esino Lario ha ricevuto il premio Wikimedia Italia per la liberazione di contenuti e il sapere libero. Nel 2011 l'esperienza pilota di Esino Lario è stata alla base di "Share Your Knowledge: Creative Commons e Wikipedia per le istituzioni culturali", progetto promosso dalla Fondazione lettera27 di Milano e sostenuto dalla Fondazione Cariplo, che ha a sua volta aderito all'iniziativa insieme ad altre 100 istituzioni internazionali, adottando sul modello di Esino Lario l'uso di licenze libere e contribuendo con i suoi contenuti a Wikipedia. Attualmente Esino Lario è inoltre partner del progetto Interreg di cooperazione Italia-Svizzera "Il paesaggio culturale alpino su Wikipedia: Valorizzare il paesaggio culturale attraverso dati aperti, Wikipedia, Sit e allestimenti analogico digitali” e sta contribuendo ad arricchire i contenuti relativi al paesaggio culturale alpino su Wikipedia, a creare un allestimento analogico e digitale all'interno del nuovo Museo delle Grigne (inserendo nell'allestimento QRcode di QRpedia, che riconoscono la lingua di impostazione di smartphone e tablet e rimandano alle relative voci di Wikipedia nella lingua rilevante).

Utenza Descrizione Analisi dei bisogni
Bambini < 3 anni Neonati, prime attività motorie e creative
  • Servizi a misura di bambino (scaldabiberon, fasciatoio e cambio, accessibilità per passeggini, seggioloni, menù bambino).
  • Spazi dedicati, accessibilità passeggini, conciliazione lavoro-famiglia (nido, punto gioco). Aree pedonali, aree gioco.
  • Orari di apertura dei servizi funzionali a esigenze familiari.
  • Servizi medici.
Bambini 3-6 anni Attività motorie e creative, prime escursioni, scuola dell'infanzia
  • Servizi a misura di bambino (menù bambino).
  • Scuola dell'infanzia, mensa.
  • Orari di apertura dei servizi funzionali a esigenze scolastiche e familiari.
  • Spazi dedicati, laboratori e attività dedicate, conciliazione lavoro-famiglia. Aree pedonali, aree gioco.
  • Attività estive, attività pomeridiane, offerta culturale, formativa, sportiva e ricreativa. Programma di iniziative ed eventi.
Bambini 6-11 anni Scuola primaria. Alfabetizzazione (scrittura, lettura, matematica, risoluzione di problemi, orientamento nel territorio). Acquisizione di competenze civiche, partecipazione a laboratori ed escursioni.
  • Servizi a misura di bambino (menù bambino).
  • Obbligo scolastico. Scuola primaria a Esino Lario, mensa.
  • Orari di apertura dei servizi funzionali a esigenze scolastiche e familiari.
  • Attività estive, attività pomeridiane, offerta culturale, formativa, sportiva e ricreativa. Programma di iniziative ed eventi.
Ragazzini 11-13 anni Scuola secondaria di primo grado.
  • Mobilità e mobilità scolastica.
  • Obbligo scolastico. Scuola secondaria di primo grado a Bellano (lunedì-sabato dalle 8:00 alle 13:00; orario autobus 7:10 andata e 13:05 ritorno con arrivo a Esino alle 13:55) e Lierna.
  • Orari di apertura dei servizi funzionali a esigenze scolastiche.
  • Attività estive, attività pomeridiane, offerta culturale, formativa, sportiva e ricreativa. Programma di iniziative ed eventi.
Ragazzi 14-15 anni Scuola secondaria di secondo grado.
  • Mobilità e mobilità scolastica. Patente AM proibito trasporto passeggeri (ciclomotori a 2 ruote, veicoli a 3 ruote e quadri cicli leggeri).
  • Obbligo scolastico. Scuole secondarie di secondo grado a Lecco, Colico, Calolziocorte, Casargo, Chiavenna, Morbegno (partenza mezzi pubblici da Esino Lario 6:10; ritorno a Esino 14:55, 15:40, 18:10).
  • Orari di apertura dei servizi funzionali a esigenze scolastiche.
  • Attività estive, attività pomeridiane, offerta culturale, formativa, sportiva e ricreativa. Programma di iniziative ed eventi.
Ragazzi 16-18 anni Scuola secondaria di secondo grado, avviamento professionale.
  • Mobilità e mobilità scolastica. Patente A1 proibito trasporto passeggeri (motocicli leggeri, tricicli, macchine agricole).
  • Obbligo scolastico fino a 17 anni. Scuole secondarie di secondo grado a Lecco, Colico, Calolziocorte, Casargo, Chiavenna, Morbegno (partenza mezzi pubblici da Esino Lario 6:10; ritorno a Esino 14:55, 15:40, 18:10).
  • Orari di apertura dei servizi funzionali a esigenze scolastiche e lavorative.
  • Attività estive, attività pomeridiane, offerta culturale, formativa, sportiva e ricreativa. Programma di iniziative ed eventi. Opportunità formative, di tirocinio, di avviamento professionale.
Ragazzi 18-26 anni Università, avviamento professionale.
  • Mobilità e mobilità scolastica. Patente AM e A1 con trasporto di passeggeri, patente A2; dai 20-24 anni patente A).
  • Orari di apertura dei servizi funzionali a esigenze lavorative e scolastiche.
  • Istruzione superiore-università a Lecco (Politecnico di Milano sede di Lecco) e Milano (partenza mezzi pubblici da Esino Lario 6:10; ritorno a Esino 14:55, 15:40, 18:10). Lunedì-venerdì, calendario delle lezioni e calendario esami.
  • Attività sportive. Programma di iniziative ed eventi locali e del territorio.
  • Opportunità formative, di tirocinio, di avviamento professionale.
  • Sostegno all'imprenditorialità. Spazi di studio e di lavoro collaborativo.
Adulti residenti Lavoratori, pendolari, genitori, casalinghe, ruolo nell'assistenza di anziani o persone con disabilità
  • Mobilità. Possibilità di utilizzare servizi pubblici per i pendolari, parcheggi in prossimità di scuole, negozi e servizi.
  • Orari di apertura dei servizi funzionali a esigenze lavorative e familiari.
  • Corsi di formazione, potenziamento competenze e potenziamento capacità imprenditoriali (corsi di lingue, managment, avviamento attività imprenditoriale, informatica, primo soccorso...).
  • Iniziative sportive, culturali e ricreative (scuola di musica, attività sportive, feste e celebrazioni...). Programma di iniziative ed eventi locali e del territorio; attività del territorio per le famiglie.
  • Conciliazione lavoro-famiglia (calendario scolastico, mensa, mobilità, assistenza agli anziani, attività estive per bambini/ragazzi). Servizi a misura di bambino.
  • Partecipazione alla vita associativa.
  • Coinvolgimento nell’impegno pubblico.
  • Servizi medici.
Adulti +65 Pensionati, nonni, soggiorni per persone +65.
  • Mobilità.
  • Partecipazione alla vita associativa.
  • Coinvolgimento nell'impegno pubblico.
  • Corsi di formazione e potenziamento competenze (informatica, utilizzo di servizi online, utilizzo di strumenti per le chiamate di emergenza...).
  • Sostegno alle famiglie (in particolare assistenza a bambini/ragazzi). Servizi a misura di bambino.
  • Servizi medici.
Soggiorni prolungati Villeggianti, ex-residenti o persone legate al comune
  • Mobilità.
  • Programma di iniziative ed eventi estivi e invernali locali e del territorio; attività del territorio per le famiglie.
  • Servizi a misura di bambino.
  • Informazioni su affitti, seconde case.
Soggiorni brevi Turisti, scolaresche in visita al Museo delle Grigne e al Parco Regionale della Grigna Settentrionale, visitatori occasionali partecipanti ad eventi e laboratori, escursionisti.
  • Mobilità.
  • Programma di iniziative ed eventi estivi e invernali
  • Servizi a misura di bambino
  • Informazioni su servizi, alloggio, ristoranti.

Utenti degli spazi culturali e ricreativi di Esino Lario - Analisi dei bisogni[edit]

Spazio Proprietà Gestione Caratteristiche Attuale uso Necessità Incremento uso previsto Apertura
Scuola primaria Comune Istituzione scolastica/dirigente scolastico Atrio e 6 aule. Un'aula con lavagna digitale
  • Scuola primaria
  • Aula con lavagna digitale
  • Ricreazione scuola primaria
  • Archivio comunale
  • Sala per la ginnastica della scuola primaria (in caso di pioggia e neve)
  • Lezioni e prove di danza country
  • Potenziamento accessibilità (accesso disabili nelle aule)
  • Spazio più ampio per la ricreazione
  • Possibilità di creare uno spazio mensa
  • Accesso al giardino e parco giochi e alle risorse di Villa Clotilde in sicurezza
  • Accesso alla biblioteca civica di Villa Clotilde
  • Potenziamento sinergia con l’area di Villa Clotilde (area verde per la ricreazione, museo, biblioteca civica, biblioteca specialistica di storia locale)
  • Potenziamento uso della scuola primaria per convegni
  • Calendario scolastico
  • Attualmente chiuso a luglio e agosto (possibilità di usare gli spazi per convegni nei mesi estivi)

Riscaldamento.

Villa Clotilde Comune Ufficio turistico, ecomuseo, direttore dell'Archivio Pietro Pensa Edificio su 4 piani (piano rialzato, primo e secondo piano, cantina). Posizione strategica all’interno di un’area verde con parco giochi e tra la scuola primaria e la scuola dell’infanzia.
  • Ufficio turistico
  • Biblioteca civica (all’interno del Sistema Bibliotecario della Provincia di Lecco) con piccola sala per i bambini
  • Sede dell’Ecomuseo delle Grigne
  • Sede del parco regionale della Grigna Settentrionale
  • Sede dell’Archivio Pietro Pensa (accesso su richiesta a ricercatori)
  • Biblioteca specialistica di storia locale (Archivio Pietro Pensa - accesso per consultazione)
  • Alcune collezioni del Museo delle Grigne (raccolta entomologica)
  • Opera d’arte audio Animagus
  • Gestione orario di apertura
  • Possibilità di ridurre l'uso degli spazi in inverno (per poter riscaldare pochi spazi e ridurre consumo) e uso stufa a pallet
  • Uscita con maniglione antipanico
  • Corrimano su scala di ingresso principale
  • Adeguamento serramenti.
  • Villa Clotilde come centro culturale di Esino Lario (informazioni, punto di partenza per itinerari, biblioteche, museo)
  • Spazio a misura di bambino
  • Apertura dell’ufficio turistico nei fine settimana e durante le vacanze scolastiche (10-12)
  • Possibilità di accesso per le scuole

Riscaldamento con stufe elettriche.

Parco giochi e area verde di Villa Clotilde Comune Comune In corso di realizzazione
  • pavimentazione
  • ristrutturazione area
  • Parco giochi
  • Punto di incontro dopo la scuola per bambini e genitori
  • Spazio ricreativo usato da residenti e villeggianti
Manutenzione ordinaria e straordinaria. Potenziamento segnaletica.
  • Parco giochi
  • Giardino pubblico
Spazio esterno aperto.
Museo delle Grigne (nuovo edificio) Comune Conservatore, Associazione Amici del Museo delle Grigne In corso di realizzazione
  • trasferimento
  • allestimento analogico-digitale
  • sala multimediale esterna
  • Collezioni del Museo delle Grigne (raccolta paleontologica, mineralogica, archeologica, ento-antropologica)
  • Percorso didattico ed educativo
Gestione orario di apertura
  • Sinergia con Villa Clotilde, parco di Villa Clotilde e scuole.
  • Sala multimediale (esposizioni temporanee, sala video)
  • Itinerario di visita esterno
  • Apertura in coincidenza con l’orario dell’ufficio turistico (telecamere)
  • Possibilità di accesso per le scuole
Scuola dell'infanzia Associazione non profit Associazione non profit Sala, cucina, mensa, aule per attività Scuola dell'infanzia con mensa.
  • Calendario scolastico.
  • Punto giochi estivo.

Riscaldamento

Teatro della Scuola dell'Infanzia Associazione non profit Associazione non profit Sala con palcoscenico e proiettore
  • Presentazioni e conferenze
  • Oratorio estivo
  • Laboratori
Apertura per eventi e iniziative
Oratorio Parrocchia Parrocchia Sala
  • Prove settimanali della banda
  • Laboratori
Apertura per eventi e iniziative
Palazzetto dello sport Comune Polisportiva Esino Lario 700 m2
  • Attività sportive (pallacanestro, ginnastica, calcetto, karate, settimana dello sport)
  • Ora di ginnastica per la scuola primaria (non usata in caso di neve o cattivo tempo)
Potenziamento accessibilità e sicurezza
  • Incremento numero di persone
  • Uso specifico in caso di convegni.
Apertura per eventi e iniziative
Campo sportivo Parrocchia Parrocchia Calcio Uso specifico in caso di convegni con installazione di tensostruttura Spazio esterno aperto
Campo da tennis Comune Polisportiva Esino Lario Tennis Apertura per eventi e iniziative
Campo da bocce Comune Polisportiva Esino Lario Spazio esterno aperto
Sede delle associazioni e del lavoro collaborativo (ex-Museo delle Grigne) Comune Attualmente Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus, dopo trasferimento prevista la gestione diretta delle associazione con sede nello spazio Spazio centrale nel paese (di fronte al municipio) con porte e vetrate su una balconata ben visibile e accessibile. Sale contigue con accesso esterno e saletta al piano inferiore Museo delle Grigne, in corso di trasferimento.
Previsto spazio vuoto 2015.
  • Riqualificazione e rifunzionalizzazione dello spazio (sistema elettrico, isolamento, serramenti, divisione spazi interni, impianto di riscaldamento, arredo)
  • Potenziamento accessibilità
  • Uso dello spazio come sede delle associazioni
  • Spazio di co-working
  • Corsi nel periodo invernale (computer, inglese, management)
Gestione da parte delle associazioni coinvolte
Sala polivalente (ex-cinema) Comune ProLoco, spazi dedicati ai diversi enti non profit Ampia sala adatta a uso estivo e invernale, spazio per conferenze, presentazioni e proiezioni per circa 300 persone. Dimensioni molto ampie rispetto a spazi disponibili in Valsassina e riviera (Varenna e Perledo in particolare).
  • Deposito antincendio
  • Deposito Soccorso Val d'Esino
Riqualificazione e rifunzionalizzazione dello spazio (sistema elettrico, isolamento, serramenti, insonorizzazione, pavimentazione, adeguamento servizi sanitari e igienici, divisione spazi interni, arredo generale e impianto sonoro)
  • Conferenze/convegni
  • Cinema e teatro
  • Laboratori per bambini e per adulti (iniziative del Parco Regionale della Grigna Settentrionale, iniziative legata e educazione ambientale e artigianato)
  • Feste ed eventi
  • Esposizioni temporanee
  • Depositi associazioni
  • Sede ProLoco
  • Apertura per eventi e iniziative.
  • Sede ProLoco
  • Accesso ai depositi autogestito dalle associazioni e dal comune
Ortanella Comune Comune/Parco. Attività estive della Pro Loco e Polisportiva di Esino Lario. Ampio spazio all'aperto pianeggiante (possibilità di accogliere per attività esterne oltre 4 000 persone). Pianoro circondato da alberi. Punto di partenza di passeggiate (molte passeggiate semplici e accessibili anche per famiglie), spazio ricreativo, parco giochi, percorso vita, attrezzato per picnic. Spazio aperto usato anche per feste. Punti panoramici sul lago di como e pannelli informativi. Mantenimento strutture e arredo esistente (parco giochi, percorso vita, arredo per picnic, segnaletica). 1-2 bar/ristorante ma senza servizi pubblici. Potenziamento mantenimento spazio attraverso eventi specifici e sinergia con associazioni. Spazio all'aperto.
Cainallo Comune Comune/Parco. Attività invernali di Esino 2 000 Onlus. Ampio spazio all'aperto ad anfiteatro (possibilità di accogliere per attività esterne oltre 4000 persone). Scenografico sfondo della Grigna. Punto di partenza di passeggiate (itinerari per i rifugi, trekking, alpinismo, arrampicata, molte passeggiate di una certa complessità), spazio ricreativo, parco giochi, attrezzato per picnic. Spazio aperto usato per sport invernali. Pannelli informativi. Mantenimento strutture e arredo esistente (parco giochi, arredo per picnic, segnaletica). 1 bar/ristorante ma senza servizi pubblici. Potenziamento mantenimento spazio attraverso eventi specifici e sinergia con associazioni. Spazio all'aperto.

Spazi culturali e ricreativi di Esino Lario – Descrizione e pianificazione necessità per incremento pubblico[edit]

Servizi Sede Utenza Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Calendario scuole elementari, medie e superiori Esami
Scuola dell'infanzia e punto giochi Giochi
Calendario accademico Esami Esami Esami
Presenza di neve
Uso riscaldamento
Servizi Sede Utenza Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Ufficio turistico Villa Clotilde Soggiorni II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II
Museo delle Grigne Museo delle Grigne e Villa Clotilde Soggiorni, bambini e ragazzi II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II
Biblioteca Villa Clotilde Soggiorni II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II
Studenti II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II II
Sede associazioni e lavoro collaborativo Spazio collaborativo Residenti
Corsi di formazione Spazio collaborativo Reidenti I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I I
Laboratori Sala polivalente Bambini e ragazzi, residenti in particolare per le attività artigianali
Attività sportive Palazzetto dello sport Soggiorni, escursionisti, residenti
Escursioni Spazi aperti Soggiorni, escursionisti, residenti
Feste rifugi e baitelli, campo estivo Spazi aperti Residenti, soggiorni I I I I I I
Caccia Spazi aperti Cacciatori
Sci e ciaspolate Spazi aperti, impianti sciistici Soggiorni, residenti II II II II II II II II II
Attività ricreative – feste, aperitivi, serate Sala polivalente Soggiorni, residenti II II
Tartifol Fest Senza sede fissa Soggiorni
Conferenze Sala polivalente Soggiorni, residenti, eventi collegati in Valsassina e riviera orientale del Lago di Como I I I I
Convegni Tutti gli spazi comunali Soggiorni, studiosi, associazioni nazionali e internazionali
Servizi Sede Utenza Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Wikimania Esino Lario 2016 (logo for the bid).jpg

Wikimania Esino Lario 2016[edit]

Wikimania Esino Lario 2016 è il raduno mondiale dei volontari di Wikipedia e dei progetti Wikimedia organizzato per la prima volta in un piccolo comune montano e caratterizzato da una serie di attività.

Wikimania Esino Lario offre qualcosa di diverso rispetto alle precedenti edizioni dell'evento: un evento pianificato per 1 000 persone e circoscritto in un piccolo territorio, capace di facilitare l’interazione tra i partecipanti, creare collaborazione tra le persone del luogo e l'evento, e produrre un impatto e uno sviluppo del territorio.

Per Esino Lario ospitare Wikimania significa proseguire il lavoro a sostegno del sapere libero al quale da anni il paese contribuisce, potenziare le sue strutture e la sua capacità ricettiva per un evento di respiro internazionale, e dare grande slancio al paese e al suo territorio. La candidatura prevede inoltre degli interventi di sviluppo del territorio: la creazione di uno spazio permanente di lavoro collaborativo che trasformerà il vecchio Museo delle Grigne in una sede per le associazioni, il miglioramento dell'accessibilità del Palazzetto dello Sport, la riqualificazione e rifunzionalizzazione dell'ex-cinema in Sala civica polivalente, e la distribuzione della connessione internet a banda larga sul territorio comunale fino alla zona industriale di Bigallo. Questi interventi sono indispensabili per accogliere Wikimania ma sono anche interventi pensati per migliorare la qualità della vita del paese e contribuire allo sviluppo di servizi e ad attività collaborative, ricreative e ricettive Ad agosto 2013 Esino Lario ha avvito il lavoro preparatorio per la sua candidatura a ospitare nel 2016 Wikimania, il raduno mondiale di Wikipedia organizzato nelle precedenti edizioni all'Università di Harvard, a Washington DC, Hong Kong, al Barbican Centre di Londra e nel 2015 a Città del Messico. La candidatura si basa sull'esperienza pionieristica di Esino Lario nell'utilizzo delle licenze libere e nella sinergia con Wikipedia e i progetti Wikimedia. Il progetto è sostenuto e promosso dal Comune di Esino Lario, dall'Ecomuseo delle Grigne e da Wikimedia Italia e Wikimedia CH, le associazioni senza scopo di lucro che sostengono il sapere libero, Wikipedia e i progetti Wikimedia in Italia e Svizzera.

Wikimania è il raduno mondiale di Wikipedia e dei progetti Wikimedia. L'evento è proposto e organizzato annualmente da comunità di volontari in diversi paesi del mondo. Wikimania viene avviato nel 2005 e le sue ultime edizioni si svolgono a Washington DC nel 2012, Hong Kong nel 2013 e Londra al Barbican Centre nel 2014. Nel 2015 l'evento è a Città del Messico. Wikimania è un evento comunicato annualmente dalla stampa internazionale, finanziato da grandi sponsor e dalla Wikimedia Foundation (l'ente che sostiene e gestisce i server di Wikipedia e dei progetti Wikimedia con sede a San Francisco). L'evento beneficia della grande visibilità di Wikipedia, l'enciclopedia libera online con 500 milioni di lettori, 280 versioni linguistiche e 30 milioni di articoli; l'enciclopedia oltre ad essere uno strumento libero al servizio di tutti è anche considerato il più grande e innovativo progetto di collaborazione volontaria al mondo. Wikimania non è mai stato organizzato in Italia; negli anni sono state candidate le città di Milano, Torino e Napoli.
Date 21-28 giugno 2016
Pubblico Wikimania è un evento pubblico a cui partecipano volontari di Wikipedia, volontari dei progetti Wikimedia, e persone coinvolte in associazioni che sostengono cultura, conoscenza ed educazione. Tra i partecipanti all'evento vi sono sopratutto studenti, professionisti nel settore della comunicazione e dell'informatica, ricercatori universitari, referenti di istituzioni culturali e personale di organizzazioni senza scopo di lucro. La lingua principale dell'evento è l'inglese, i partecipanti provengono da tutto il mondo. Si tratta di persone impegnate nel volontariato e che investono il loro tempo e le loro energie nel far crescere degli strumenti di Internet gratuiti, liberi e a disposizione di tutti.
Programma Wikimania è una conferenza internazionale durante la quale si svolgono presentazioni, discussioni, incontri, laboratori, sezioni di formazione e lavoro per sviluppare programmi per computer e Internet (Hackathon, DevCamp). La conferenza è strutturata in “sessioni parallele”: allo stesso tempo e in più spazi si svolgono circa sette diverse attività e i partecipanti possono muoversi liberamente tra uno spazio e l'altro. La sera è proposto un calendario di eventi ricreativi e sociali. Il programma è aperto al pubblico ed è richiesta una registrazione.
Logistica Wikimania Esino Lario fornisce accoglienza a 1 000 partecipanti. L'evento utilizza tutte le strutture pubbliche e private del paese. Le conferenze si svolgono nel nucleo abitativo di Esino e l'accoglienza è principalmente offerta nella stessa area prevedendo spostamenti a piedi. Il trasporto per arrivo e partenza dei partecipanti si concentra sul potenziamento e l'uso di mezzi pubblici; l'attenzione è posta su fornitori locali.
Impatto a Esino Lario Wikimania Esino Lario è strutturato per produrre un impatto sul movimento Wikimedia e sul territorio di Esino Lario oltre la durata dell'evento. Il progetto – una proposta nuova rispetto alle precedenti edizioni – si focalizza su una struttura site-specific, un programma pensato per i diversi pubblici dell'evento e una serie di iniziative realizzate prima e dopo la manifestazione e integrate in un più ampio lavoro di promozione di Wikipedia, dei progetti Wikimedia e del sapere libero. Il progetto prevede di realizzare a Esino Lario il miglioramento di alcune strutture pubbliche (in particolare gli edifici presentati all'interno di questo progetto: Sala polifunzionale, Spazio collaborativo e Palazzetto dello Sport) e la creazione di Internet wifi pubblico; questi interventi hanno un impatto oltre alla durata della conferenza e contribuiscono alla qualità della vita e alla ricettività del comune.
Sostegno Oltre ad essere sostenuto dal Comune di Esino Lario, dall'Ecomuseo delle Grigne, dall'Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus, dalle associazioni locali e da volontari e professionisti che stanno contribuendo alla redazione del progetto, Wikimania Esino Lario ha ricevuto il sostegno di Wikimedia Italia e Wikimedia CH, le associazioni senza scopo di lucro che sostengono il sapere libero, Wikipedia e i progetti Wikimedia in Italia e Svizzera e che sono i capitoli italiano e svizzero riconosciuti dalla Wikimedia Foundation basata a San Francisco negli Stati Uniti.

Note[edit]

  1. Wikimania Esino Lario – Team biographies