Report Wikimania Esino Lario per la Fondazione Cariplo

From Meta, a Wikimedia project coordination wiki
Jump to navigation Jump to search
Relazione finale sui risultati conseguiti dal progetto
Wikimania Esino Lario - Protagonismo culturale offline e online
Rif. Pratica - 2014-2287
Persona da contattare - Iolanda Pensa (ideazione e responsabile generale di Wikimania Esino Lario)
https://meta.wikimedia.org/wiki/Report_Wikimania_Esino_Lario_per_la_Fondazione_Cariplo

Contents

Sintesi dei risultati del progetto[edit]

Come Wikimania Esino Lario ha ribaltato le prospettive

Il progetto “Wikimania Esino Lario: Protagonismo culturale offline e online” ha pienamente raggiunto i suoi obiettivi ed è riuscito a superare ampiamente i risultati previsti. Uno straordinario numero di volontari, istituzioni e aziende partner ha contribuito attivamente alla realizzazione del progetto. Il piccolo paese montano di Esino Lario – diventando sede del raduno mondiale di Wikipedia – è diventato il simbolo della forza e della centralità di ogni piccolo luogo del mondo, ha dimostrato che i piccoli comuni non necessariamente producono piccoli progetti, e ha fatto sentire che una valle di montagna remota produce sapere universale, e non è isolata ma strettamente collegata al mondo.

Il convegno di Wikimania Esino Lario si è svolto a giugno 2016 ed è stata una grande occasione per avvicinare in un modo nuovo e molto particolare le persone alla cultura, mostrando come ciascuno di noi può essere protagonista come produttore di conoscenza. L’evento ha visto una impressionante partecipazione attiva, da parte di ospiti nazionali e internazionali e da parte di organizzatori, studenti, associazioni, enti pubblici e aziende. Un evento organizzato da volontari per i volontari, in cui ciascuno ha contribuito. Il convegno – per la prima volta nella sua storia – ha avuto un impressionante eco mediatico. Stampa e radio locale, nazionale e internazionale e tutti i canali televisivi italiani hanno documentato molto bene Wikimania Esino Lario, sia per l’interesse che suscita Wikipedia, ma soprattutto per l’eccezionalità di un piccolo comune di montagna che riesce ad ospitare un evento grande, internazionale e collegato alla magia collaborativa, visionaria e utopica di Wikipedia.

Nell’ambito del progetto, oltre all’evento, numerosissime attività hanno migliorato l’offerta culturale di Esino Lario e potenziato l’accesso alla cultura e alla conoscenza da parte di un ampio pubblico della Regione Lombardia.

Obiettivi del progetto[edit]

  1. Promuove la conoscenza e l’uso attivo di Internet attraverso comunicazione ed eventi: Wikimania Esino Lario, presentazioni nelle scuole e biblioteche, partecipazione alla comunicazione di Wiki Loves Monuments, relazioni con la stampa locale e nazionale.
  2. Coinvolge gli enti pubblici raccogliendo adesioni e autorizzazioni a documentare il patrimonio culturale dei loro territori e valorizzare la documentazione esistente.
  3. Potenzia la sinergia con il territorio. Adeguamento di strutture culturali, collaborative e ricreative, e collocazione all’interno di spazi fisici (in particolare biblioteche e musei) di informazioni e rimandi a Internet che permettono di creare un collegamento più stretto tra cultura offline e online.

Risultati previsti e realizzati[edit]

Realizzazione di Wikimania Esino Lario: 1000 partecipanti e questionario[edit]

La foto di gruppo ufficiale dell'evento

√√ L’evento è stato organizzato con un successo che ha superato le aspettative. Il programma e le attività si sono svolte in modo completo e appassionante per i partecipanti; la logistica, la sicurezza e i problemi sono stati gestiti in modo efficace; vi è stata una grandissima adesione da parte della comunità e delle associazioni di Esino Lario, da parte dei comuni vicini, di scuole, associazioni, enti pubblici e aziende; l’evento ha avuto ampissima visibilità locale e nazionale e una copertura internazionale.

  • Totale persone registrate: 1368 (previste 1000 partecipanti)
  • Studenti tirocinanti: 80
  • Volontari che hanno facilitato lo svolgimento dell’evento durante la conferenza: 168
  • Età del partecipante più giovane: 3 anni; età della persona più anziana: 73 anni
  • Gruppo straniero più numeroso: Germania, con oltre 70 partecipanti
  • Paese più lontano: Nuova Zelanda
  • Famiglia di Esino con più ospiti in casa: famiglia Terzoli, dieci ospiti (gruppo di Wikimedia Italia).
  • Nazionalità: oltre 70 paesi di provenienza
  • Circa 100 presentazioni, discussioni, meetups, eventi di formazione ed eventi a latere https://wikimania2016.wikimedia.org/wiki/Programme
  • Fotografie online pubblicate con licenza libera https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Wikimania_2016
  • Video online pubblicati con licenza libera https://www.youtube.com/channel/UC2mt6K2MEt_Kra7x1f-Bx8Q
  • Report finale per Wikimedia Foundation https://meta.wikimedia.org/wiki/Wikimania_2016_bids/Esino_Lario/Financial_plan/Contract_Wikimedia_Foundation/Report

Libro di Wikimania Esino Lario[edit]

Il libro di Wikimania (pdf)

Pubblicazione di un libro analogico e digitale sostenuto dalla Regione Lombardia. Il libro ha licenza libera ed è scaricabile

Film su Wikimania Esino Lario[edit]

Chiara Campara e Lorenzo Faggi hanno realizzato il film Le allettanti promesse registrando durante la preparazione di Wikimania Esino Lario e durante l'evento. Produzione: Lab 80 film, in collaborazione con Ceresa film, 2017, 68'.

Un piccolo paese delle Alpi, al confine fra Italia e Svizzera, ospita un incontro internazionale sul web e la cultura digitale: il raduno mondiale dei volontari di Wikipedia. Il film segue i preparativi nei mesi precedenti all’evento, il coinvolgimento degli abitanti e la tranquilla indifferenza di una quotidianità che ancora fa i conti coi ritmi della montagna. Un racconto corale di un microcosmo in mutamento, diviso tra contemporaneità e tradizione, chiusura e accoglienza, centro e periferia.

Il film ha partecipato al Festival dei Popoli 2017, sezione Concorso Italiano. Il film è stato riconosciuto di interesse culturale con il contributo economico del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – Direzione Generale per il Cinema. Una selezione del girato del film è stato rilasciato con licenza cc by-sa (come gli autori hanno dichiarato durante Wikimania affiggendo sui muri un cartello per spiegare le licenze e informare i partecipanti all'evento sulle registrazioni).

Logistica e gestione dell'evento[edit]

La realizzazione di Wikimania Esino Lario è stata estremamente complessa. È stato complesso ottenere l'eleggibilità di Esino Lario come sede di Wikimania Esino Lario (la negoziazione con la commissione Wikimania ha richiesto circa un anno di lavoro), è stato complesso vincere ed essere selezionati come sede per l'evento (la selezione si basa su un sistema di candidature ed Esino Lario era in finale con il centro internazionale dei convegni di Manila nelle Filippine) ed infine è stato estremamente complesso realizzare l'evento in un logo che non è strutturato per ospitare una conferenza per 1000 partecipanti. Per riuscire ad ospitare Wikimania, Esino Lario ha dovuto mobilitare l'interno paese, la sua comunità, i comuni vicini, sponsor, enti del territorio ed ha dovuto pianificare l'evento in ogni minimo dettaglio e poi realizzare il piano previsto. La realizzazione dell'evento si è basata su un progetto esecutivo realizzato nel 2014-2015 da Iolanda Pensa https://meta.wikimedia.org/wiki/Wikimania_2016_bids/Esino_Lario/Description.

Registrazioni e accoglienza dei partecipanti[edit]

Arrivo dei partecipanti[edit]

Gestione dei trasporti[edit]

In occasione di arrivi e partenze sono stati organizzati i trasporti con bus dagli aeroporti fino a Esino Lario e da Esino Lario agli aeroporti. È stato creato uno spazio di accoglienza agli aeroporti di Malpensa (con il sostegno di Regione Lombardia che ha dato accesso ad un parcheggio speciale e ad uno spazio dedicato all'interno dell'aeroporto) e Linate. È stato organizzato uno spazio di benvenuto alla stazione di Varenna Esino dove arrivano i treni da Milano e da Sondrio e dove si trovavano i bus per Esino Lario. In trasporto locale Varenna-Esino è stato potenziato con numerosi autobus.

Gestione degli alloggi[edit]

Gestione dei pasti[edit]

Le pause caffè sono state gestite dai volontari nelle diverse sedi della conferenza.

Per riuscire a gestirli in un'ora di tempo, i pranzi sono stati organizzati all'interno dei ristoranti del centro storico di Esino Lario e nella tensostruttura. Ogni partecipante riceveva una serie di biglietti che usava per pagare il pranzo nei ristoranti e nella tensostruttura: i biglietti erano assegnati alle diverse strutture ricettive per mantenere sotto controllo il numero delle presenze e garantire che ogni ristoratore riuscisse a gestire i posti a sedere e i pasti. Tutte le strutture ricettive avevano opzioni vegetariane; il catering della tensostruttura garantiva le diete speciali.

La produzione e distribuzione dei biglietti per i ristoranti

Sicurezza[edit]

Per Wikimania Esino Lario è stata costituita un'unità di crisi. Sono state coinvolte le forze dell'ordine, antincendio, soccorso bellanese presente durante tutto l'evento con due ambulanze e protezione civile e ANA.

https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Safety_and_security_during_Wikimania_Esino_Lario

Spazi della conferenza - adeguamento[edit]

Bid Wikimania Esino Lario 2016 slides 05.jpg
Bid Wikimania Esino Lario 2016 slides 07.jpg

La conferenza ha utilizzato tutti gli spazi disponibili a Esino Lario. Per poter ospitare i diversi evento contemporaneamente è stato necessario un adeguamento delle strutture.

Palazzetto delle Sport con la palestra trasformata nella grande sala plenaria[edit]

Scuola primaria che ha ospitato l'hackathon e le discussioni[edit]

Teatro della scuola dell'infanzia usato come sala conferenze[edit]

Ex-cinema trasformato in sala polivalente usato anche per conferenze[edit]

Ex-museo delle Grigne, ora spazio dedicato alle associazioni e usato per laboratori e il community village[edit]

Sala multimediale del nuovo museo delle Grigne[edit]

Sala Meeting dell'Albergo Montanina usato come sala conferenze[edit]

Piazza Italia con l'Ex-Alberto Italia usato come sede centrale per la registrazione[edit]

Municipio di Esino Lario[edit]

Il municipio di Esino Lario ha ospitato l'unità di crisi di Wikimania Esino Lario

Adeguamento elettrico[edit]

Tensostruttura[edit]

La tensostruttura è stata installata da volontari e certificata da un professionista.

Un evento caratterizzato da un'atmosfera atipica e molto accogliente[edit]

Fitness for nerds[edit]

https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Wikimania_2016_-_Excursions

Silent action walk

https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Wikimania_2016_-_Silent_action_walk

La città infinita di Mao Fusina

Country dance a Esino Lario[edit]

Concerti di musica rock ed elettronica[edit]

Il falco che suona il theremin[edit]

Aperitivi e degistazioni[edit]

Coro Delphum a Esino Superiore[edit]

Concerto del Coro Delphum nella Chiesa di Sant'Antonio a Esino Superiore.

Belvedere di Esino Lario - Sasso di Narele[edit]

Evento di chiusura[edit]

Comunicazione[edit]

Registrazioni e coinvolgimento della stampa[edit]

Le sessioni plenarie e le presentazioni di Wikimania Esino Lario 2016 sono state tutte registrate (palazzetto dello sport, teatro della scuola dell'infanzia e ex-cinema). I video sono sono stati editati e caricati online e collegati alla pagina delle presentazioni. Si tratta di 89 registrazioni con licenza cc by-sa, ognuna su una singola presentazione.

https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Wikimania_2016_videos

Welcome beg e gadget[edit]

Riproducibilità del progetto[edit]

Sostegno con materiali tecnologici alla itWikiCon di Trento 2017, la prima edizione della conferenza degli utenti dei progetti Wikimedia in lingua italiana. https://meta.wikimedia.org/wiki/ItWikiCon/2017/it .

Iolanda Pensa responsabile generale di Wikimania Esino Lario è membro della Commissione internazionale Wikimania. Nel 2017 è diventata chair della commissione.

Le persone trovano informazioni e rimandi a Internet, Wikipedia e i progetti Wikimedia in luoghi del territorio[edit]

Poster distribuito in Lombardia

Allestimento museale. Inserimento, all’interno del nuovo allestimento del Museo delle Grigne di Esino Lario, di una sezione relativa a Wikimania per documentare l’esperienza e la sua organizzazione.

Inserimento di una Wikistazione all’interno di Villa Clotilde a Esino Lario, sede della biblioteca e dell’archivio Pietro Pensa. https://meta.wikimedia.org/wiki/Wikipassaporto/it

Produzione e stampa di un poster dal titolo “prova il tasto modifica” distribuito in biblioteche e musei della Provincia di Lecco.

La comunità del territorio è al corrente di Wikimania e sanno cos’è Wikipedia[edit]

Coinvolgimento degli studenti attraverso i media, l’organizzazione di presentazioni, eventi di formazione (1400 studenti), formazione dei docenti (225 docenti), alternanza scuola lavoro e attività per bambini (Youth Hackathon e WikiCamp, circa 40 bambini)

Studenti coinvolti in corsi di formazione di 13 scuole. Elenco scuole coinvolte in corsi:

  1. ISISS Antonio Sant'Elia a Cantù (CO) – 210 studenti (+ collegamento hangout per le altre classi interessate)
  2. IS Rota a Calolziocorte (LC) – 45 studenti
  3. Liceo G.B. Grassi a Lecco – 111 studenti
  4. ISS Bertacchi a Lecco – 20 studenti
  5. ISS Paolo Frisi a Monza – 20 studenti
  6. Liceo Simone Weil a Treviglio (BG) – 50 studenti
  7. ITCS Versari a Cesano Maderno (MB) – circa 350 studenti
  8. IISS G. Parini a Lecco – 75 studenti
  9. ITS Francesco Viganò a Merate (LC) – circa 200 studenti
  10. IIS A. Badoni a Lecco – 60 studenti (divisi in due incontri)
  11. IIS Fiocchi a Lecco – 70 studenti
  12. Liceo Manzoni a Lecco – 70 studenti (divisi in due incontri)
  13. Liceo Manzoni a Milano – 35 studenti

Presentazione al Politecnico di Lecco - circa 200 partecipanti di cui circa 100 studenti

Coinvolgimento di studenti in un percorso di alternanza scuola lavoro durante Wikimania e dopo Wikimania. Nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro coinvolgimento nella produzione di contenuti con licenza libera.

Formazione dedicata ai docenti, per renderli a loro volta potenziali formatori nei confronti dei loro studenti e per sensibilizzarli sui temi legati alla produzione di contenuti aperti. I corsi tenuti nelle scuole sono stati caratterizzati da una struttura tipo lezione frontale: la durata degli incontri variava da 90 a 120 minuti e i contenuti riguardavano: comprensione di Wikipedia, di altri progetti Wikimedia (Wikimedia Commons, Wikivoyage, Wikisource, Wikidata) e di OpenStreetMap

Incontro con i docenti di scuole elementari e medie di Oggiono (LC) – 10 insegnanti

Convegno per docenti della provincia di Lecco – circa 200 docenti nell’ambito dell’evento Flip That Book http://reteleccoict.it/sito/index.php/2-non-categorizzato/42-flip-that-book

Corso per docenti IS Rota a Calolziocorte (LC) – 15 insegnanti (a seguito di questo incontro è in fase di organizzazione un progetto con la scuola, il comune, la biblioteca e la Fondazione Monastero del Lavello di Calolziocorte)  https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Coordinamento/Scuole/Calolziocorte

Eventi di formazione a Esino Lario[edit]

Presentazione di alcuni progetti Wikimedia e OSM durante l'incontro del 9 maggio 2015 a Esino Lario.

Youth Hackathon[edit]

Youth Hackaton.pdf

Youth Hackathon (maggio 2016) organizzata con il sostegno di Wikimedia CH

WikiCamp[edit]

WikiCamp di due settimane per bambini e ragazzi dai 10 ai 15 anni presso la scuola elementare di Esino Lario a luglio 2017. Gli argomenti trattati hanno riguardato l’uso e la contribuzione su Wikipedia, Vikidia, Wikimedia Commons, Wikivoyage e OpenStreetMap, oltre ad alcuni approfondimenti sul corretto uso delle fonti (in particolare quelle online). Docenti: Dario Crespi, Cristian Cenci e Alessandro Gatti. La struttura del WikiCamp è descritta in modo da rendere l’iniziativa riproducibile

Coinvolgimento dei 28 comuni e degli enti pubblici della Comunità Montana della Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera. Erano previste adesioni e autorizzazioni del 30% dei comuni. Potenziamento della partecipazione a Wiki Loves Monuments[edit]

Stereographic image of gathering at Piazza Pietro Pensa during Wikimania 2016 Esino Lario.jpg

I sono stati coinvolti per Wikimania con un invito mandato dal Comune di Esino Lario.

Dervio ha sostenuto l’evento con la moquette della sua palestra e il suo proiettore

Parlasco è stato coinvolto con la partecipazione della sua squadra della protezione civile

Pasturo ha collaborato nel programma di Wikimania con una gita realizzata in collaborazione con la società Mauri

Como ha organizzato una visita guidata gratuita in città in inglese aperta ai partecipanti di Wikimania. https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Wikimania_2016_-_Wikimania_Takes_Lake_Como

Sono state inoltre realizzate delle conferenze per spiegare Wikipedia e i progetti Wikimedia a Lecco, Mandello del Lario, Milano (nell’ambito del Tourism Think Tank http://www.tttourism.com/sessions/wikipedia-e-wikivoyage-per-valorizzare-il-territorio-e-i-beni-culturali/).

Oltre le nostre aspettative, tutti i 28 comuni della Comunità montana (100%) hanno aderito al concorso Wiki Loves Monuments dando ciascuno l’autorizzazione alla realizzazione di fotografie con licenza libera sul loro patrimonio (ogni autorizzazione ha richiesto contatti con sindaco, giunta, segretario comunale e la produzione di un documento firmato dal sindaco o di una delibera di Giunta). Sono stati “liberati” oltre 250 monumenti in tutta la Comunità Montana, incluse chiese e abitazioni private di interesse storico autorizzate da due parrocchie, due comunità pastorali e sei privati. A questi si aggiungono, in provincia di Lecco, i comuni di Mandello del Lario e Osnago; quest’ultimo ad aprile ha ospitato la mostra itinerante di Wiki Loves Monuments 2016 con la partecipazione del sindaco e dell’assessore alla cultura e con presentazione al pubblico presente di alcuni progetti del mondo Wikimedia.

https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Wiki_Loves_Monuments_2017/Monumenti/Lombardia/Provincia_di_Lecco

A seguito dell’adesione dei comuni a Wiki Loves Monuments sono state organizzate 2 “wikigite” fotografiche a Dervio e Tremenico.

Il progetto ha anche focalizzato il suo sostegno a Wiki Loves Monuments a livello nazionale intervenendo con la comunicazione a sostegno di una legislazione che faciliti la condivisione del patrimonio culturale italiano su Wikipedia.

È stato organizzato a Montecitorio un evento di presentazione di Wikimania Esino Lario e a sostegno di un cambiamento nella legislazione. Evento a cura di Veronica Tentori in collaborazione con Iolanda Pensa che ha a sua volta coinvolto Wikimedia Italia.

Preparazione da parte di Iolanda Pensa come follow up del progetto di una strategia per “Il patrimonio culturale italiano su Wikipedia” con incontri con la comunità di Wikipediani e Wikimediani italiani.

Potenziamento delle informazioni geografiche su OpenStreetMap. Potenziamento immagini su Wikipedia Commons[edit]

Itinerari culturali durante Wikimania creati su Wikivoyage

Mappa estremamente dettagliata di Esino Lario su OpenStreetMap https://www.openstreetmap.org/#map=17/45.99404/9.33427

Fotografie capillari del territorio di Esino Lario su Wikimedia Comons https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Esino_Lario

Traduzione della voce di Esino Lario e del patrimonio culturale del territorio in numerosissime lingue

https://it.wikipedia.org/wiki/Esino_Lario

Potenziamento delle voci nella categoria Esino Lario https://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Esino_Lario

Potenziamento delle voci nella categoria Provincia di Lecco https://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Provincia_di_Lecco

Durante il progetto sono state create su Wikipedia in italiano 33 voci georeferenziate relative al patrimonio culturale e al territorio; su Wikivoyage sono stati inseriti 4 nuovi itinerari.

Progetto “Adotta un comune”. Il concorso, legato ai temi relativi al territorio lombardo, ma aperto a tutti gli studenti italiani, ha visto la partecipazione di 14 utenti su Wikipedia, i quali hanno creato 12 nuove voci e migliorato 15 voci già esistenti. La fase di valutazione del concorso ha visto la partecipazione, in qualità di giurati, 12 volontari: 9 wikipediani e 3 persone coinvolte nell’organizzazione di Wikimania 2016. Il concorso, che ha visto un grandissimo sostegno da parte del Lions Club, si è concluso con la premiazione durante la cerimonia di chiusura di Wikimania Esino Lario da parte del cofondatore di Wikipedia Jimmy Wales. Una pagina riassuntiva del concorso, con regolamento ed elenco di partecipanti è disponibile al link https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Coordinamento/Scuole/Adotta_un_comune.

Sono stati pubblicati, a firma di Angelo Borghi, quattro articoli sulla rivista Vivere relativi al territorio del lecchese (in particolare su Tremenico, Olcio - località di Mandello del Lario, Parlasco e Barcone - località di Primaluna).

Partecipazione al concorso “Un museo (quasi) dietro casa”, promosso dalla Fondazione comunitaria del Lecchese, con la pluriclasse 3ª-4ª e la classe 5ª della scuola primaria di Esino Lario. È stata prodotta dai bambini la voce “Museo delle Grigne” su Vikidia, l’enciclopedia libera dagli 8 ai 13 anni (https://it.vikidia.org/wiki/Museo_delle_Grigne). Il lavoro è stato selezionato tra quelli meritevoli e premiato l’11 maggio 2018. Docenti: Dario Crespi con l’insegnante Micol Rota. http://www.sistemamuseale.provincia.lecco.it/index.php/volantini-e-comunicati/41-bando-scuola-2017/file; http://www.fondazionelecco.org/wp-content/uploads/2018/05/Classi-vincitrici.pdf.

Vedi anche per Wikimedia Commons - Coinvolgimento dei 28 comuni e degli enti pubblici della Comunità Montana della Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera. Erano previste adesioni e autorizzazioni del 30% dei comuni. Potenziamento della partecipazione a Wiki Loves Monuments

Esposizione di Wiki Loves Monuments Italia durante Wikimania Esino Lario.

Coinvolgimento istituzioni culturali con biblioteche, musei e parco. Previsto il coinvolgimento di 20 istituzioni.[edit]

Sistema museale e bibliotecario della Provincia di Lecco

Il sistema museale e bibliotecario della Provincia di Lecco hanno partecipato alla conferenza GLAM and Cultural Heritage in Italy organizzata a Varenna da Wikimedia Italia e incentrata proprio sulla relazione cultura, Wikipedia e sapere libero. https://wikimania2016.wikimedia.org/wiki/Programme/GLAM_and_Cultural_Heritage_in_Italy

Sempre durante Wikimania il sistema museale della Provincia di Lecco ha creato un ingresso gratuito per tutti i partecipanti di Wikimania su presentazione del badge.

Museo delle Grigne[edit]

Sono stati realizzati dei QRcode con il sistema QRpedia. I QRcode sono stati applicati all’interno del Museo delle Grigne di Esino Lario e sui luoghi d’interesse del paese. Sono stati prodotti e applicati circa 30 QRcode prodotti partendo dalle voci di Wikipedia, alcune delle quali create ex novo. https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:QRpedia_codes_in_Esino_Lario

È stato realizzato un nuovo allestimento del Museo delle Grigne di Esino Lario. Il lavoro è stato coordinato da Chiara Somajni, con il coinvolgimento dei grafici Gianluca Maffoni e Marta Robiglio e con l’aiuto di Dario Crespi, Michele Casanova, Catherine de Senarclens, Paolo Boncompagni. Sono stati organizzati laboratori, coordinati da Maria Chiara Ciaccheri e Anna Chiara Cimoli di ABCittà (http://abcitta.org/), rivolti agli esinesi e ad alcuni studenti in alternanza scuola-lavoro del liceo Manzoni di Lecco, coordinati dalla prof.ssa Laura Polo d’Ambrosio. Sono stati prodotti nuovi pannelli e didascalie per la sezione etnografica, per la quale è stato aggiornato l’inventario. Sono stati rivisti nella forma e nella grafica i pannelli e le didascalie delle sezioni paleontologica e archeologica; è stata inserita una nuova sezione relativa alle grotte del territorio delle Grigne. Sono state inserite una postazione interattiva e alcuni videoracconti su supporti digitali. È stato rivisto, soprattutto nella struttura e nella grafica, il sito web del Museo delle Grigne (http://www.museodellegrigne.it/).

Tutte le immagini degli inventari paleontologico, archeologico ed etnografico sono state caricate con descrizioni dettagliate su Wikimedia Commons, rendendole così liberamente accessibili a tutti.

È stata creata un’immagine coordinata per Esino Lario, a partire dal restyling del sito http://www.esinolario.org/, dove sono anche stati inseriti nuovi contenuti, e da un brand per Esino Lario.

È stata organizzata una “Caccia al Tesoro tecnologica” volta a mappare su OpenStreetMap i sentieri di Esino Lario non ancora presenti nel database geografico.

Formazione (con attenzione particolare alla partecipazione femminile)[edit]

Nel mese di giugno 2017 è stato organizzato, in collaborazione con l’Informagiovani di Lecco, il corso di formazione “Come aprire una start-up” legato all’imprenditorialità e rivolto a operatori e giovani del territorio lecchese. http://www.comune.lecco.it/index.php/archivio-news/23-news-dal-comune/4232-corso-di-formazione-come-aprire-una-start-up

Nel mese di luglio 2017 sono stati organizzati dei corsi creativi e professionalizzanti a Esino Lario. I corsi avevano l’obiettivo di potenziare la fruizione della cultura e sostenere la visibilità di Esino Lario come centro di sapere. I corsi erano molto diversi tra loro per indirizzarsi ad un pubblico eterogeneo. Tra i corsi organizzati:

CLIL (Content and Language Integrated Learning): storia, fisica, matematica, scienze e arte. Docenti: cinque dottorandi di Cambridge. Circa 40 partecipanti.

Interaction design. Costruisci e programma un kit elettronico. Docenti: Giovanni Profeta e Marco Lurati Teatro. Dillo con il burattino: il bosco e i suoi animali. Docenti: Marco Randellini e Maura Invitti Creatività ed espressione. Laboratorio espressivo per bambini. Docente: Cristina Mambretti Erbe spontanee. Proprietà benefiche e uso alimentare delle erbe spontanee. Docente: Chiara Di Lorenzo

  • orienteering. Docenti: guide alpine del Lario e delle Grigne, Scuola Italiana di Alpinismo
  • creare storie. Docente: Maria Vittoria Jedlowski
  • kundalini yoga. Docente: Cinzia Pandiani
  • escursioni naturalistiche e trekking. Docenti: guide alpine del Lario e delle Grigne, Scuola Italiana di Alpinismo
  • esperienza di ascolto e bagno di gong all’aperto. Docente: Fausto Radaelli
  • disegno e pittura a olio. Docente: Leonardo Prencipe
  • ceramica Raku. Docente: Vanni Gritti
  • acquerello botanico. Docente: Alis Agostini
  • gesto grafico: apprendimento e rieducazione. Docenti: Giacomina Bergamaschi e Rita Villella

Da novembre 2017 ad aprile 2018 si è svolto presso la scuola primaria di Esino Lario il corso “Tradizione e Innovazione tecnologica” che ha visto il coinvolgimento di 6 esperti e la partecipazione di 25 persone, in particolare donne.

A fine 2017 sono stati organizzati due corsi presso la scuola primaria di Esino Lario: uno di teatro con Stefano Andreoli e uno sulla fiaba con Claudia Ferraroli.

Nel 2018 stato organizzato un corso di “rapologia” rivolto ai giovani esinesi, che ha visto la partecipazione di circa 15 persone. Docenti: Matteo Quaresmini e il rapper Musteeno.

TEDxEsinoLario - prima edizione[edit]

A giugno 2018 è stata organizzata a Esino Lario la prima edizione di TEDxEsinoLario, un evento della rete internazionale TEDx con brevi presentazioni videoregistrate. A Esino l’evento si è focalizzato sul tema “Riuscire a cambiare”. L'evento è stato organizzato all'interno dell'Ex-cinema trasformato in occasione di Wikimania Esino Lario in sala polivalente con il nome di Cine-Teatro Val d'Esino.

Potenziamento della sinergia con il territorio attraverso l’adeguamento di strutture pubbliche culturali e ricreative a Esino e interventi di comunicazione e informazione in spazi culturali locali (in particolare biblioteche e musei dei sistemi locali)[edit]

Adeguamento e messa in sicurezza del palazzetto dello Sport[edit]

Prima

Dopo

Adeguamento e messa in sicurezza ex-cinema come sala Civica Polivalente[edit]

La sala è diventata il Cine-teatro Val d’Esino inaugurato alla fine di Wikimania, con un programma di cinema, teatro e conferenze. Lo spazio è stato usato per ospitare la prima edizione di TEDxEsinoLario a giugno 2018 ed è gestito dalla Pro Loco Esino Lario.

Prima

Dopo

Adeguamento e messa in sicurezza dell’ex Museo delle Grigne trasformato in spazio collaborativo per le associazioni di Esino Lario[edit]

Prima

Dopo

Adeguamento della Scuola primaria[edit]

Prima

Dopo

Potenziamento dell’attrezzatura delle strutture esistenti (proiettori, monitor, audio) e della connettività a Esino[edit]

La connettività a Esino Lario è stata realizzata grazie alla società Eolo; il comune ha garantito in tempo record la distribuzione della fibra ottica tra le strutture pubbliche del comune. È stato inoltre lasciato wifi gratuito e aperto al pubblico nelle strutture pubbliche, nel giardino di Villa Clotilde e nella Piazza del Comune.

Miglioramento della strada Varenna-Esino Lario e Esino Lario - Cortenova[edit]

Conclusioni e crediti[edit]

Grazie a tutte le persone coinvolte nella realizzazione di Wikimania Esino Lario e a tutti coloro che hanno contribuito con tempo, edit, risorse e senso dell'umorismo. Grazie a tutti i volontari, alle associazioni, alle istituzioni e ai sostenitori. Grazie a chi continuerà il lavoro.


Questa relazione e tutta la documentazione di Wikimania Esino Lario 2016 è rilasciata con licenza Creative Commons attribuzione-condividi allo stesso modo all.
Attribuzione: Iolanda Pensa, Relazione finale Wikimania Esino Lario, Novembre 2018, cc by-sa.