Talk:Wikimania 2016 bids/Esino Lario/Procedures/How to credit people and institutions involved in Wikimania Esino Lario

From Meta, a Wikimedia project coordination wiki
Jump to navigation Jump to search

Spazio e chiarezza[edit]

Mi sembra sensato. Va bene citare come sostenitori tecnici coloro che mettono a disposizione le loro case gratuitamente, mentre per chi lo facesse con uno sconto il "livello di dono" è sempre opinabile. Vedo principalmente due problemi, non risolti dalla proposta.

  1. Spazio. Se citiamo l'ecomuseo e le prime due righe della tabella (7 enti in tutto), non resta spazio per dare visibilità ai finanziatori di cui si è in cerca. Nelle stampe ecc., si deve probabilmente raggruppare tutti questi enti sotto un unico logo (quello di Wikimania?) e 3 parole al massimo, per esempio "consorzio promotore" (ma non è un consorzio, che io sappia).
  2. Chiarezza. Abbiamo bisogno di una formula che in 5 parole al massimo dica correttamente e comprensibilmente che il responsabile legale è l'ecomuseo onlus e che "i soldi passano lí". "Ospitato da Ecomuseo delle Grigne" si capisce?

--Nemo 07:58, 14 March 2015 (UTC)

Grazie Nemo. questo è un documento operativo per avere le liste di persone e istituzioni aggiornate. Come disporre i loghi in effetti non è inserito, né se fare una sola pagina o più pagine (può esserci una pagina "chi siamo/About" e una per sponsor per esempio - nei siti e pagine distinte per comunicati stampa; oppure si possono fare due colonne diverse nel sito per "alzare gli sponsor". Per gli sponsor vanno considerate anche due cose

  1. Sponsor non è necessariamente un termine che piace (a volte si preferisce partner se si tratta di ente che sostiene ma anche collabora)
  2. Possono esserci alcuni finanziatori importanti (200'000 euro, 30'000 euro) ma in generale Italia se coinvolgiamo aziende il contributo finanziario può essere dai 1'000 in sù. Quindi ci sono distinzioni abbastanza significative che non sono ovvie da gestire.

Come procedere. Ci sono poi secondo più questioni che sollevi che credo vadano tenute ben distinte. I punti sono in ordine di mia priorità. Si decide in base a:

  1. cosa abbiamo già concordato con enti (o cosa siamo obbligati a fare). Questo include anche i rapporti con gli sponsor tipo Google (devo informarmi con Ellie).
  2. che cosa vogliamo comunicare. Per me è importante mettere per primi i volontari perché questo è un evento fatto da noi tutti e l'ordine alfabetico è un buon sistema (e il mio cognome non inizia con AB)
  3. come enti e persone vogliono comparire ed essere menzionati. Questo possiamo deciderlo noi se dobbiamo/vogliamo o riteniamo di poter in questo modo sedurre qualcuno (ma per ora non abbiamo pressioni, quindi decidiamo noi e al limite negoziamo).

La questione del responsabile legale è secondo me diversa. Da questo punto di vista come compare l'ente capofila dipende dal punto 1 (relazioni con finanziatori); ma il ruolo è nella gestione dei fondi, in come sono intestate le fatture, nei dati dei fornitori e come produce la rendicontazione; non è nei crediti che sottolinei la responsabilità nei confronti dei finanziatori; lo fai in accordi siglati, nelle procedure e nella gestione (dove effettivamente si rende la trasparenza/chiarezza operativa). Per i progetti di Fondazione Cariplo si usa il termine capofila; vediamo come va la nostra richiesta di finanziamento ma forse è la dicitura più corretta in italiano (e in Lombardia è chiara).

Infine per gli sconti anche io sono perplessa. Faccio un esempio: se uno spazio chiede normalmente di affitto 400 o 700 euro e ce lo dà a 100 euro, è un partner? un sostenitore? cos'è? Va ringraziato ma in che modo?

Anche sulla questione alloggio (che comunque a Esino Lario al massimo riceve un rimborso) non sappiamo bene come procedere; comunque non abbiamo richieste di essere inseriti nei crediti quindi per ora non metterei.
Grazie per gli spunti! --iopensa (talk) 21:01, 15 March 2015 (UTC)