Strategia/Movimento Wikimedia/2017/Direzione

From Meta, a Wikimedia project coordination wiki
Jump to: navigation, search
This page is a translated version of the page Strategy/Wikimedia movement/2017/Direction and the translation is 100% complete.

Other languages:
العربية • ‎български • ‎বাংলা • ‎Deutsch • ‎English • ‎español • ‎français • ‎עברית • ‎हिन्दी • ‎hrvatski • ‎Bahasa Indonesia • ‎italiano • ‎Nederlands • ‎polski • ‎português • ‎português do Brasil • ‎русский • ‎српски / srpski • ‎svenska • ‎తెలుగు • ‎Tiếng Việt • ‎中文
Correct.svg Questa pagina è una bozza. Maggiori informazioni al riguardo possono essere disponibili nella pagina di discussione.

Translation admins: Normally, drafts should not be marked for translation.


Nel gennaio 2017, noi, le costituenti del movimento Wikimedia, abbiamo avviato una discussione ambiziosa sul nostro futuro collettivo. Abbiamo deciso di riflettere sui nostri sedici anni passati assieme e di immaginare l'impatto che potremmo avere sul mondo nel prossimo decennio. Il nostro scopo era identificare una direzione strategica comune che ci unisca, che ispiri le persone nel movimento nella nostra strada verso il 2030 e ci aiuti a prendere decisioni.

Da discussioni su wiki, a grandi conferenze, a piccoli raduni, a interviste ad esperti, a ricerca approfondita,[1] il processo è stato esauriente, caotico e affascinante. Non c'è voluto molto per confermare che la più grande forza del movimento Wikimedia sono il talento, la devozione e l'integrità dei suoi membri. Ogni strategia di successo deve tenere conto della diversità delle persone nelle nostre comunità, includendo i nostri particolari interessi, motivazioni e contribuzioni. Alcuni di noi scrivono voci di enciclopedia. Altri sviluppano software. Alcuni donano denaro, tempo o competenze. Altri curano dati, fonti e media. Alcuni organizzano eventi, promuovono riforme del copyright o remixano opere d'arte. Altri sono organizzatori di community, educatori o wikignomi. Alcuni sono semplicemente persone molto curiose. Alcuni di noi fanno tutte queste cose e altre ancora.

Quello che ci mette insieme non è ciò che facciamo, è il perché lo facciamo.

Siamo tutti parte di questo movimento perché condividiamo la convinzione che la conoscenza libera renda il mondo un posto migliore. Ogni persona merita l'accesso alla conoscenza e ha una capacità innata di partecipare nella sua creazione, cura e condivisione. Questo non è negoziabile.

È quindi naturale che questa nostra visione condivisa sia la base della direzione che è emersa. La direzione, però, fa un passo ulteriore e ci invita a concentrarci sull'"infrastruttura di cui abbiamo bisogno" per avvicinarci a questa visione.

Contents

Direzione

Direzione: Il futuro che immaginiamo

La direzione strategica del movimento Wikimedia per il 2030 è diventare le strade, i ponti e i villaggi che sostengono il tragitto del mondo verso la conoscenza libera. Noi, il movimento Wikimedia, forgeremo gli strumenti e costruiremo le fondamenta per creare e accedere a conoscenza degna di fiducia in molte forme e colori. Il nostro network di persone e sistemi si connetterà con individui e istituzioni per condividere la conoscenza attraverso standard e strutture aperte, e le supporterà nel viaggio verso l'apertura e la collaborazione. Saremo uno dei principali avvocati e partner per aumentare la condivisione, la cura e la partecipazione nella conoscenza libera e aperta.

Come movimento, riuniremo comunità forti e sostenibili che ci motiveranno a contribuire. Accoglieremo persone da tutto il mondo per far crescere campi della conoscenza che rappresentino la diversità umana. Nel farlo, contribuiremo al progresso umano, e a una migliore comprensione del mondo e di noi stessi.

La direzione costruisce sulla più grande forza del nostro movimento, le nostre comunità locali. Ci incoraggia a espandere i nostri orizzonti, su progetti e contributori esistenti per aggiungere nuova conoscenza e nuovi modi per partecipare. Ci chiede di essere coraggiosi e continuare a sperimentare anche in futuro, come abbiamo fatto in passato. Rimane radicato nella visione di Wikimedia di "un mondo in cui ogni persona possa avere libero accesso all'intero patrimonio della conoscenza umana."

Nel 2030, non avremo ancora realizzato "l'intero patrimonio della conoscenza", ma faremo il possibile perché tutti possano unirsi a noi in questo sforzo.

Ragionamento: Perché ci muoveremo in questa direzione strategica

Aspirazione: Cosa vogliamo tutti

La nostra avventura collettiva è iniziata come un esperimento: uno spazio di scrittura dove chiunque poteva contribuire informazioni ad un'enciclopedia libera revisionata da esperti.[2] Wikipedia presto è diventata molto più di quello che era alle sue origini, e oggi è considerata da molti come una fonte di informazioni[3] il cui ruolo è raccogliere conoscenza.[4] Le comunità Wikimedia ora si battono per ideali di libertà di informazione e progresso sociale alimentato da conoscenza libera per tutti.[5][6] La visione del movimento Wikimedia descrive bene questo scopo esteso: "un mondo in cui ogni persona possa avere libero accesso all'intero patrimonio della conoscenza umana."[7] Oltre l'enciclopedia, la nostra aspirazione comune ha tre componenti: creare un corpo di conoscenza che sia completo, affidabile e di alta qualità; farlo in maniera partecipativa, aperta a tutti; e coinvolgere tutti nel mondo.

Forze di Wikimedia: Cosa non dovremmo cambiare

La premessa originale di Wikimedia è che la conoscenza è costruita sulle persone, che sono la base delle comunità.[8] La collaborazione in buona fede è il modo migliore che conosciamo per creare conoscenza altamente affidabile e di qualità, ed è al centro della cultura di Wikimedia.[9] L'idea che tutti possano fare modifiche è così radicale che diciamo scherzando che può funzionare solo in pratica, non in teoria.[10] E comunque, lo fa: quello che abbiamo realizzato nei nostri primi 16 anni di esistenza mostra il successo di questo approccio. Le comunità Wikimedia sono state capaci di andare dal nulla a milioni di pagine, file multimediali e elementi di dati, in centinaia di lingue.[11] Al di fuori del web, le comunità si sono auto-organizzate in gruppi e stanno portando avanti il lavoro del movimento attorno al mondo. Tutti questi approcci sono forze che dobbiamo preservare.

Limiti di Wikimedia: Cosa dobbiamo migliorare

Siamo ancora lontani dall'avere raccolto il patrimonio di tutta la conoscenza. La maggior parte del contenuto che abbiamo creato è nella forma di lunghi testi, voci di enciclopedia non strutturate e immagini fisse,[citation needed] che lascia fiori molti altri tipi di conoscenza. Le nostre attuali comunità non rappresentano la diversità della popolazione,[citation needed] il che ha creato lacune nella conoscenza[12][13] e pregiudizi sistematici.[14] I lettori spesso mettono in discussione l'affidabilità del contenuto che creiamo,[15] in particolare perché non è accurata, completa, neutrale o perché non capiscono come è prodotta, e da chi.[16]

In termini di collaborazione, unirsi e partecipare alle comunità Wikimedia può essere impegnativo. Le basse barriere all'ingresso dei nostri primi anni sono diventate insormontabili per molti nuovi arrivati.[17] Alcune comunità, culture e minoranze hanno sofferto da questa esclusione più di altre.[citation needed] Il nostro successo ha reso necessaria una quantità travolgente di manutenzione e monitoraggio,[citation needed] che abbiamo affrontato con strumenti e pratiche che hanno allontanato membri della comunità in buona fede.[18] Altri tipi di contribuzione diversi dall'editing non sono riconosciute come ugualmente preziose [19] e le strutture del nostro movimento sono spesso opache o centralizzate, con alte barriere all'ingresso.[citation needed]

Oltre Wikimedia: Cosa cambierà attorno a noi

Oltre alla sfide interne nel movimento Wikimedia, ci sono anche molti fattori esterni che dobbiamo tenere in considerazione per pianificare per il futuro. Molti lettori ora si aspettano formati multimediali oltre che testo e immagini.[20] Le persone vogliono contenuto che sia in tempo reale e visuale e che supporti la condivisione e la conversazione social.[21] Ci sono anche opportunità per Wikimedia di riempire una lacuna nell'educazione,[22][23] offendo materiale formativo e comunità.[24]

Anche la popolazione che serviamo cambierà: nei prossimi 15 anni, le lingue più parlate saranno quelle per cui attualmente non abbiamo buon contenuto e forti comunità Wikimedia.[25] Analogamente, la popolazione crescerà soprattutto nelle regioni dove attualmente Wikimedia ha meno utenti, come Africa e Oceania.[26] Ci vorranno 83 anni perché nei Paesi a basso reddito il livello medio dell'istruzione passi dalla licenza elementare al diploma di scuola superiore.[27] Le stesse regioni affronteranno le peggiori restrizioni alla libertà di accesso all'informazione online.[28]

La tecnologia cambierà drammaticamente: l'automazione (specialmente apprendimento e traduzione automatiche) stanno cambiando il modo in cui le persone producono contenuto.[29] La tecnologia può anche aiutare a offrire contenuto più rilevante, personalizzato e affidabile,[30] ma deve essere sviluppata con attenzione.[31][32] Mentre la tecnologia si diffonde in ogni aspetto della nostra vita, l'infrastruttura di Wikimedia deve essere capace di comunicare facilmente con altri sistemi connessi.[33]

Strutture per il futuro

L'analisi delle attuali forze e limitazioni di Wikimedia presenta l'immagine di un movimento modellato dai suoi primi anni. Affinchè Wikimedia rimanga importante in futuro, dobbiamo migliorare e adattarci, allo stesso tempo proteggendo quello che ci rende chi siamo.

Quello che siamo, nel profondo, è una rete di comunità che usano strumenti e strutture per documentare e capire il nostro mondo assieme. Queste strutture sottostanti possono essere sociali, tecniche, online, offline e spesso una combinazione di tutte queste cose. Nel movimento Wikimedia, le strutture sono ciò che unisce gli individui perché formino comunità che portano avanti la conoscenza libera. Sono la rete che ci connette e l'impalcatura che rende possibile il nostro lavoro.

Le strutture permeano ogni area del nostro movimento. Le strutture sociali sono le funzioni che svolgiamo, i ruoli che giochiamo, le policy che seguiamo e i gruppi nei quali ci organizziamo. Esse influenzano le culture che si sviluppano nelle nostre società in miniatura. Governano chi accettiamo nelle nostre comunità, come ci trattiamo e come prendiamo decisioni sul nostro movimento.

Le strutture di dati sono ciò che dobbiamo espandere per sostenere nuovi formati e tipi di conoscenza. Strutture affidabili, sia sociali sia tecniche, sono quello che dobbiamo sviluppare per aumentare l'affidabilità del nostro contenuto. Le strutture di accesso determinano chi riesce in primo luogo a raggiungere il nostro movimento. Le interfacce tecniche e le partnership sono le strutture che ci permettono collaborazioni e scambio di informazioni con altri sistemi e istituzioni.

In un mondo che sta diventando più e più connesso, investire in strutture sociali e tecniche non è soltanto un meccanismo di sopravvivenza: è un vantaggio strategico. È come assicuriamo il nostro posto nella più ampia rete della conoscenza e diventiamo una sua parte essenziale. È come moltiplichiamo il nostro impatto con risorse limitate.

È come diventiamo le strade, i ponti, e i villaggi che sostengono il viaggio del mondo verso la conoscenza libera.

Implicazioni: La nostra destinazione per il 2030

Per il 2030, Wikimedia sarà una fondazione universale per la conoscenza libera e partecipativa.

L'infrastruttura per l'open: Daremo la possibilità a individui e istituzioni di partecipare e condividere, attraverso standard, piattaforme e dataset aperti. Organizzeremo, intermedieremo e scambieremo conoscenza libera fra istituzioni e comunità. Saremo un sostenitore e partner di punta per l'aumento della creazione, cura e disseminazione della conoscenza libera e aperta.

Una enciclopedia e tanto altro ancora: Ci adatteremo al nostro mondo che cambia per offrire conoscenza nei modi più efficaci, attraverso formati, dispositivi ed esperienze digitali. Adatteremo le nostre comunità e tecnologie alle necessità delle persone che serviamo. Mentre includeremo altre forme di conoscenza libera, punteremo a fare in modo che questi progetti abbiano lo stesso successo di Wikipedia.

Informazione affidabile e rilevante: Continueremo il nostro impegno fornendo agli utenti informazioni affidabili, accurate e rilevanti. Integreremo tecnologie che supportino l'accuratezza in scala e permettano maggiore comprensione di come la conoscenza viene prodotta e condivisa. Abbracceremo lo sforzo di aumentare qualità, profondità, ampiezza e diversità della conoscenza libera, in tutte le forme.

Nel 2030, le comunità Wikimedia saranno accoglienti, inclusive e offriranno diverse opportunità di partecipazione.

Una cultura accogliente: Creeremo una cultura partecipativa che sia piacevole, gratificante e accogliente per chiunque voglia contribuire in buona fede. Praticheremo e incoraggeremo una collaborazione rispettosa e un salutare dibattito. Svilupperemo servizi che supportino esperienze positive e riducano il lavoro di manutenzione, in modo che le persone possano concentrarsi sul lavoro divertente e creativo.

Differenti forme di partecipazione: Le persone ovunque sentiranno di avere un ruolo da giocare nell'avanzamento della conoscenza libera e aperta. La comunità sarà definita in maniera più ampia in modo da includere molti tipi di contributori, da redattori a donatori e organizzatori.

Un movimento inclusivo: Rifletteremo la diversità del mondo. Accoglieremo e includeremo le persone nel nostro movimento da un'ampia varietà di provenienze, attraverso lingue, territori, redditi, educazione, identità di genere, religione, età e altro. Celebreremo e abbracceremo le nostre differenze ed eque opportunità di leadership e rappresentazione nella governance del movimento. Le persone di ogni background saranno capaci di trovare una casa nel nostro movimento, con l'opportunità di contribuire come individui o come parte di una rete di gruppi e organizzazioni.

Nel 2030, il nostro movimento sarà distribuito attorno al mondo e adattato ai contesti locali.

Servire le persone ovunque: Lavoreremo per assicurare che la conoscenza libera sia disponibile ovunque ci siano persone. Estenderemo la presenza globale di Wikimedia sostenendo sia le comunità esistenti, sia quelle in regioni del mondo meno servite, come Asia, Africa e Sudamerica. Abbatteremo le barriere sociali e tecniche che impediscono alle persone di accedere e contribuire alla nostra conoscenza condivisa. Disegneremo programmi e prodotti che corrispondano ai contesti locali in modo da coinvolgere nuove comunità e lettori, (ri)valutando continuamente i nostri approcci.

Rilevante e sostenibile a livello locale: Riconosceremo la forza di comunità locali distribuite e diversificate come potenti strumenti per l'adattamento e l'innovazione, e come contrasto alle influenze sulla nostra neutralità. Abbracceremo partnership locali e opportunità di finanziamento sostenibile e allocheremo le risorse globalmente in modi trasparenti ed equi che supportino la partecipazione di tutte le voci. Condivideremo le nostre esperienze locali e impareremo gli uni dagli altri per informare le nostre attività globali. Bilanceremo autosufficienza e autonomia con le intenzioni e i valori che tutti condividiamo.

Cosa viene dopo

Nel settembre 2017 dichiareremo il nostro intento di lavorare assieme verso questo futuro. Ci impegneremo a partecipare alla prossima fase di questa discussione in buona fede e ad arrivare a un accordo, entro Wikimania 2018, su ruoli, responsabilità e strategie organizzative che ci permettano di implementare questo futuro.

Ci impegneremo a mettere le necessità del nostro movimento prima delle nostre e a trovare strutture, processi e risorse per il nostro movimento che ci permettano di muoverci al meglio verso la nostra direzione comune.

Vedi anche

  • Appendice: maggiori informazioni su processo, ricerca e risultati che hanno portato a questo risultato.
  • Un report dei risultati è in corso di scrittura e molti riferimenti in questa pagina verranno aggiornati per puntare al suo contenuto.

Spazio di elaborazione

Nel gennaio 2017, noi, le costituenti del movimento Wikimedia, abbiamo avviato una discussione ambiziosa sul nostro futuro collettivo. Abbiamo deciso di riflettere sui nostri sedici anni passati assieme e di immaginare l'impatto che potremmo avere sul mondo nel prossimo decennio. Il nostro scopo era identificare una direzione strategica comune che ci unisca, che ispiri le persone nel movimento nella nostra strada verso il 2030 e ci aiuti a prendere decisioni.

Da discussioni su wiki, a grandi conferenze, a piccoli raduni, a interviste ad esperti, a ricerca approfondita,[1] il processo è stato esauriente, caotico e affascinante. Non c'è voluto molto per confermare che la più grande forza del movimento Wikimedia sono il talento, la devozione e l'integrità dei suoi membri. Ogni strategia di successo deve tenere conto della diversità delle persone nelle nostre comunità, includendo i nostri particolari interessi, motivazioni e contribuzioni. Alcuni di noi scrivono voci di enciclopedia. Altri sviluppano software. Alcuni donano denaro, tempo o competenze. Altri curano dati, fonti e media. Alcuni organizzano eventi, promuovono riforme del copyright o remixano opere d'arte. Altri sono organizzatori di community, educatori o wikignomi. Alcuni sono semplicemente persone molto curiose. Alcuni di noi fanno tutte queste cose e altre ancora.

Quello che ci mette insieme non è ciò che facciamo, è il perché lo facciamo.

Siamo tutti parte di questo movimento perché condividiamo la convinzione che la conoscenza libera renda il mondo un posto migliore. Ogni persona merita l'accesso alla conoscenza e ha una capacità innata di partecipare nella sua creazione, cura e condivisione. Questo non è negoziabile.

È quindi naturale che questa nostra visione condivisa sia la base della direzione che è emersa. La direzione, però, fa un passo ulteriore e ci invita a concentrarci sull'"infrastruttura di cui abbiamo bisogno" per avvicinarci a questa visione.

La nostra direzione strategica: Equità della conoscenza

L'obiettivo del movimento Wikimedia per il 2030 è rendere possibile a chiunque in buona fede di unirsi a noi nel nostro viaggio per la conoscenza libera. Insieme, miglioreremo il nostro mondo creando conoscenza che rappresenti pienamente la diversità umana. Alcuni di noi andranno avanti creando e usando contenuto come abbiamo fatto in passato. Come movimento, andremo oltre: concentreremo i nostri sforzi su conoscenze e comunità che sono stati lasciate fuori da strutture di potere e privilegio. Costruiremo sistemi equi per creare forme diverse di conoscenza affidabile. Accoglieremo persone da ogni background per costruire comunità forti e diverse. Romperemo le barriere sociali, politiche e tecniche che impediscono alle persone di accedere e contribuire alla nostra conoscenza condivisa.

Ragionamento: Perché ci muoveremo in questa direzione strategica

Aspirazione: Cosa vogliamo tutti

La nostra avventura collettiva è iniziata come un esperimento: uno spazio di scrittura dove chiunque poteva contribuire informazioni ad un'enciclopedia libera revisionata da esperti.[2] Wikipedia presto è diventata molto più di quello che era alle sue origini, e oggi è considerata da molti come una fonte di informazioni[3] il cui ruolo è raccogliere conoscenza.[4] Le comunità Wikimedia ora si battono per ideali di libertà di informazione e progresso sociale alimentato da conoscenza libera per tutti.[5][6] La visione del movimento Wikimedia descrive bene questo scopo esteso: "un mondo in cui ogni persona possa avere libero accesso all'intero patrimonio della conoscenza umana."[7] Oltre l'enciclopedia, la nostra aspirazione comune ha tre componenti: creare un corpo di conoscenza che sia completo, affidabile e di alta qualità; farlo in maniera partecipativa, aperta a tutti; e coinvolgere tutti nel mondo.

Forze di Wikimedia: Cosa non dovremmo cambiare

La premessa originale di Wikimedia è che la conoscenza è costruita sulle persone, che sono la base delle comunità.[8] La collaborazione in buona fede è il modo migliore che conosciamo per creare conoscenza altamente affidabile e di qualità, ed è al centro della cultura di Wikimedia.[9] L'idea che tutti possano fare modifiche è così radicale che diciamo scherzando che può funzionare solo in pratica, non in teoria.[10] E comunque, lo fa: quello che abbiamo realizzato nei nostri primi 16 anni di esistenza mostra il successo di questo approccio. Le comunità Wikimedia sono state capaci di andare dal nulla a milioni di pagine, file multimediali e elementi di dati, in centinaia di lingue.[11] Al di fuori del web, le comunità si sono auto-organizzate in gruppi e stanno portando avanti il lavoro del movimento attorno al mondo. Tutti questi approcci sono forze che dobbiamo preservare.

Limiti di Wikimedia: Cosa dobbiamo migliorare

Siamo ancora lontani dall'avere raccolto il patrimonio di tutta la conoscenza. La maggior parte del contenuto che abbiamo creato è nella forma di lunghi testi, voci di enciclopedia non strutturate e immagini fisse,[citation needed] che lascia fiori molti altri tipi di conoscenza. Le nostre attuali comunità non rappresentano la diversità della popolazione,[citation needed] il che ha creato lacune nella conoscenza[12][13] e pregiudizi sistematici.[14] I lettori spesso mettono in discussione l'affidabilità del contenuto che creiamo,[15] in particolare perché non è accurata, completa, neutrale o perché non capiscono come è prodotta, e da chi.[16]

In termini di collaborazione, unirsi e partecipare alle comunità Wikimedia può essere impegnativo. Le basse barriere all'ingresso dei nostri primi anni sono diventate insormontabili per molti nuovi arrivati.[17] Alcune comunità, culture e minoranze hanno sofferto da questa esclusione più di altre.[citation needed] Il nostro successo ha reso necessaria una quantità travolgente di manutenzione e monitoraggio,[citation needed] che abbiamo affrontato con strumenti e pratiche che hanno allontanato membri della comunità in buona fede.[18] Altri tipi di contribuzione diversi dall'editing non sono riconosciute come ugualmente preziose [19] e le strutture del nostro movimento sono spesso opache o centralizzate, con alte barriere all'ingresso.[citation needed]

Oltre Wikimedia: Cosa cambierà attorno a noi

Oltre alla sfide interne nel movimento Wikimedia, ci sono anche molti fattori esterni che dobbiamo tenere in considerazione per pianificare per il futuro. Molti lettori ora si aspettano formati multimediali oltre che testo e immagini.[20] Le persone vogliono contenuto che sia in tempo reale e visuale e che supporti la condivisione e la conversazione social.[21] Ci sono anche opportunità per Wikimedia di riempire una lacuna nell'educazione,[22][23] offendo materiale formativo e comunità.[24]

Anche la popolazione che serviamo cambierà: nei prossimi 15 anni, le lingue più parlate saranno quelle per cui attualmente non abbiamo buon contenuto e forti comunità Wikimedia.[25] Analogamente, la popolazione crescerà soprattutto nelle regioni dove attualmente Wikimedia ha meno utenti, come Africa e Oceania.[26] Ci vorranno 83 anni perché nei Paesi a basso reddito il livello medio dell'istruzione passi dalla licenza elementare al diploma di scuola superiore.[27] Le stesse regioni affronteranno le peggiori restrizioni alla libertà di accesso all'informazione online.[28]

La tecnologia cambierà drammaticamente: l'automazione (specialmente apprendimento e traduzione automatiche) stanno cambiando il modo in cui le persone producono contenuto.[29] La tecnologia può anche aiutare a offrire contenuto più rilevante, personalizzato e affidabile,[30] ma deve essere sviluppata con attenzione.[31][32] Mentre la tecnologia si diffonde in ogni aspetto della nostra vita, l'infrastruttura di Wikimedia deve essere capace di comunicare facilmente con altri sistemi connessi.[33]

A more just future

Stable and dynamic

continue and

infrastructure, service, utility, reliability

movement, hospitality, equity, representation

room for different people and organizations to contribute

Structural inequalities

Gaps and systemic biases

geography, context

L'analisi delle attuali forze e limitazioni di Wikimedia presenta l'immagine di un movimento modellato dai suoi primi anni. Affinchè Wikimedia rimanga importante in futuro, dobbiamo migliorare e adattarci, allo stesso tempo proteggendo quello che ci rende chi siamo.

Quello che siamo, nel profondo, è una rete di comunità che usano strumenti e strutture per documentare e capire il nostro mondo assieme. Queste strutture sottostanti possono essere sociali, tecniche, online, offline e spesso una combinazione di tutte queste cose. Nel movimento Wikimedia, le strutture sono ciò che unisce gli individui perché formino comunità che portano avanti la conoscenza libera. Sono la rete che ci connette e l'impalcatura che rende possibile il nostro lavoro.

Le strutture permeano ogni area del nostro movimento. Le strutture sociali sono le funzioni che svolgiamo, i ruoli che giochiamo, le policy che seguiamo e i gruppi nei quali ci organizziamo. Esse influenzano le culture che si sviluppano nelle nostre società in miniatura. Governano chi accettiamo nelle nostre comunità, come ci trattiamo e come prendiamo decisioni sul nostro movimento.

Le strutture di dati sono ciò che dobbiamo espandere per sostenere nuovi formati e tipi di conoscenza. Strutture affidabili, sia sociali sia tecniche, sono quello che dobbiamo sviluppare per aumentare l'affidabilità del nostro contenuto. Le strutture di accesso determinano chi riesce in primo luogo a raggiungere il nostro movimento. Le interfacce tecniche e le partnership sono le strutture che ci permettono collaborazioni e scambio di informazioni con altri sistemi e istituzioni.

In un mondo che sta diventando più e più connesso, investire in strutture sociali e tecniche non è soltanto un meccanismo di sopravvivenza: è un vantaggio strategico. È come assicuriamo il nostro posto nella più ampia rete della conoscenza e diventiamo una sua parte essenziale. È come moltiplichiamo il nostro impatto con risorse limitate.

È come diventiamo le strade, i ponti, e i villaggi che sostengono il viaggio del mondo verso la conoscenza libera.

Implicazioni: La nostra destinazione per il 2030

Together, we will advance our world by creating knowledge that fully represents human diversity.

Some of us will carry on creating and using content as we have done in the past.

As a movement, we will go further: We will focus our efforts on the knowledge and communities that have been left out by structures of power and privilege.

We will build fair systems for creating different forms of trusted knowledge.

We will welcome people from every background to build strong and diverse communities.

We will break down the social, political, and technical barriers preventing people from accessing and contributing to our shared knowledge.

What the Wikimedia movement will focus on

catch up

Fairness will be the underlying basis of .

urgency

advocacy, barriers

hospitality

We will become known, accessible, and attractive

full members of the movement

Our activities will be based on a fair distribution of resources. Our structures will rely on a just representation

fairness / fair

justice / just

relevance

We will assemble in sustainable communities that motivate us to contribute.

We understand the threats and urgency that some of them face, and the critical role that knowledge plays in . Therefore, we

We acknowledge the radically different situations of users and contributors,

We will broker alliances to access it across devices, interfaces, and geographies

This direction builds on our movement's greatest strength, our local communities. It encourages us to expand our horizons, and builds on existing projects and contributors to add new knowledge and new ways to participate. It asks us to be bold and experiment in the future, as we did in the past. It remains rooted in the Wikimedia vision of “a world in which every single human being can freely share in the sum of all knowledge.”

By 2030, we won't yet reach “the sum of all knowledge”, but we will make it possible for anyone to join us in this effort.

What will not be the primary goal of the Wikimedia movement

keep up

Many of our efforts will benefit all users and projects equally. The success that some of our communities have achieved so far is inspiring. Some of us will carry on creating and using content as we have done in the past. As a movement, we will go further and be intentional about catching up on

By 2030, Wikimedia will be a universal foundation for free, participatory knowledge.

The infrastructure for open: We will empower individuals and institutions to participate and share, through open standards, platforms, and datasets. We will host, broker, share, and exchange free knowledge across institutions and communities. We will be a leading advocate and partner for increasing the creation, curation, and dissemination in free and open knowledge.

An encyclopedia, and so much more: We will adapt to our changing world to offer knowledge in the most effective ways, across digital formats, devices, and experiences. We will adapt our communities and technology to the needs of the people we serve. As we include other forms of free knowledge, we will aim for these projects to be as successful as Wikipedia.

Reliable, relevant information: We will continue our commitment to providing useful information that it is reliable, accurate, and relevant to users. We will integrate technologies that support accuracy at scale and enable greater insight into how knowledge is produced and shared. We will embrace the effort of increasing the quality, depth, breadth, and diversity of free knowledge, in all forms.

By 2030, the Wikimedia communities will be supportive, inclusive, and offer diverse opportunities for participation.

A supportive culture: We will create a participatory culture that is enjoyable, rewarding, and supportive of anyone who wants to contribute in good faith. We will practice and encourage respectful collaboration and healthy debate. We will develop services that support positive experiences and lower the burden of maintenance, so that people can focus on enjoyable and creative work.

Different forms of participation: People everywhere will feel as though they have a role to play in advancing free and open knowledge. Community will be more broadly defined to include many forms of contributors, from editors to donors to organizers.

An inclusive movement: We will reflect the diversity of our world. We will welcome and include people into our movement from a wide variety of backgrounds, across language, geography, income, education, gender identity, religion, age, and more. We will celebrate and embrace our differences and equitable opportunities for leadership and representation in movement governance. People from every background will be able to find a home in our movement, with the opportunity to contribute as individuals or as part of a network of groups and organizations.

By 2030, our movement will be distributed around the world and adapted to local contexts.

Serve people everywhere: We will work to ensure free knowledge is available wherever there are people. We will extend the Wikimedia presence globally by supporting both existing communities and communities in underserved regions of the world, such as Asia, Africa, and South America. We will break down the social and technical barriers preventing people from accessing and contributing to our shared knowledge. We will design programs and products to match local contexts in order to engage new communities and readers, while continuously (re)evaluating our approaches.

Locally relevant and sustainable: We will recognize the strength of distributed and diverse local communities as powerful tools for adaptation and innovation, and as counters to influence on our neutrality. We will embrace local partnerships and sustainable resourcing opportunities, and allocate global resources in transparent, equitable ways that support participation of all voices. We will share our local experiences and learn from each other to inform our global activities. We will balance self sufficiency and autonomy with intention and values we all share.

Cosa viene dopo

Nel settembre 2017 dichiareremo il nostro intento di lavorare assieme verso questo futuro. Ci impegneremo a partecipare alla prossima fase di questa discussione in buona fede e ad arrivare a un accordo, entro Wikimania 2018, su ruoli, responsabilità e strategie organizzative che ci permettano di implementare questo futuro.

Ci impegneremo a mettere le necessità del nostro movimento prima delle nostre e a trovare strutture, processi e risorse per il nostro movimento che ci permettano di muoverci al meglio verso la nostra direzione comune.

Note e riferimenti

  1. a b Appendice: Background e processo
  2. a b w:Storia di Wikipedia e le sue note
  3. a b Report sintetico delle Nuove Voci (luglio 2017): Hub per l'informazione
  4. a b "Wikipedia dovrebbe giocare un ruolo attivo nella preservazione della conoscenza." Report sintetico delle Nuove Voci (luglio 2017): Il ruolo di Wikipedia nel futuro
  5. a b Perché creare conoscenza libera? Report dei risultati della strategia del movimento.
  6. a b "Wikipedia dovrebbe avere un ruolo attivo nel diffondere conoscenza vera per il bene pubblico." Report sintetico delle Nuove Voci (luglio 2017): Il ruolo di Wikipedia nel futuro
  7. a b "Visione - Meta". meta.wikimedia.org. Retrieved 2017-07-27. 
  8. a b "I wikimediani credono che il movimento sia costruito attorno a comunità devota di lettori, redattori e organizzazioni che ci hanno portato dove siamo oggi." Report sintetico del ciclo 2 (draft)
  9. a b Reagle, Joseph (2010). Good faith collaboration : the culture of Wikipedia. Cambridge, Mass.: MIT Press. ISBN 9780262014472. 
  10. a b Ryokas, Miikka: "Come dice la battuta, "Il problema con Wikipedia è che funziona solo in pratica. In teoria non potrebbe mai funzionare."" Cohen, Noam (2007-04-23). "The Latest on Virginia Tech, From Wikipedia". The New York Times (in en-US). ISSN 0362-4331. Retrieved 2017-07-26. 
  11. a b "Wikistats: Wikimedia Statistics". stats.wikimedia.org. Retrieved 2017-08-04. 
  12. a b "La mancanza di contenuto locale rilevante è una grossa sfida in Africa." Report sintetico delle Nuove Voci (luglio 2017): Sfide per Wikimedia
  13. a b Lacune e faziosità della conoscenza sono stati votati come la principale priorità per il movimento alla Wikimedia conference 2017, a cui hanno partecipato 350 persone da 70 paesi, rappresentanti di circa 90 affiliati, organizzazioni, comitati e altri gruppi. Wikimedia Conference 2017/Documentation/Movement Strategy track/Day 3
  14. a b "In molte regioni (specialmente dove la consapevolezza di Wikimedia è più bassa), le persone desiderano e valutano fortemente il contenuto che parla ai loro contesti e realtà locali, ma fanno fatica a trovarle sia online che offline. Per sostenere lo sviluppo di questo contenuto, e mitigare il pregiudizio occidentale, il movimento ha bisogno di raffinare o espandere la sua definizione di conoscenza." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 4
  15. a b "La piattaforma aperta di Wikipedia spinge le persone e mettere in discussione la sua veridicità e verificabilità." Report sintetico delle Nuove voci (luglio 2017): Sfide per Wikimedia
  16. a b "La sfiducia di Wikimedia è una percezione che si impara. Deriva da una mancanza di chiarezza su quali sono i prodotti e come il loro contenuto viene sviluppato." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 11
  17. a b "Molti appena arrivato nel movimento sentono che le attuali barriere all'ingresso sono troppo alte. La cultura di esclusività percepita e la mancanza di supporto per i nuovi arrivati è demotivante." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 7
  18. a b Halfaker, Aaron; Geiger, R. Stuart; Morgan, Jonathan T.; Riedl, John (2013-05-01). "The Rise and Decline of an Open Collaboration System: How Wikipedia’s Reaction to Popularity Is Causing Its Decline" (PDF). American Behavioral Scientist 57 (5): 664–688. ISSN 0002-7642. doi:10.1177/0002764212469365. 
  19. a b "Le norme attuali sulla contribuzione sono orientate verso un set ridotto di funzioni (es. domina l'editing). Le persone con background e skill diverse vorrebbero aggiungere valore in modi diversi, e il movimento beneficerebbe dal sostenerli nel farlo." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 8
  20. a b "Visuale, tempo reale e social non sono solo parole alla moda; la ricerca dimostra che sono le caratteristiche delle piattaforme contenutistiche che le persone giovani preferiscono sempre di più." Riassunto di Reboot di opportunità e risultati chiave: Indonesia & Brasile
  21. a b "Comportamenti, preferenze e aspettative per il contenuto stanno cambiando. Le persone vogliono sempre più contenuto che sia in tempo reale e visuale e che supporti la condivisione e la conversazione social." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 5
  22. a b "Sistemi educativi sotto-performanti nel mondo hanno portato le persone a cercare modi alternativi per imparare. Come risultato, molti piattaforme innovative per l'informazione e per imparare sono emerse, ma stanno ancora cercando una base di contenuto di qualità." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 14
  23. a b "Avanzamento dell'istruzione" è stato un grande tema emerso dal primo ciclo delle discussioni comunitarie, specialmente alla Wikimedia Conference 2017, dove è stato votato come terzo priorità più importante per il movimento. Wikimedia Conference 2017/Documentation/Movement Strategy track/Day 3
  24. a b "Wikimedia ha l'opportunità di costruire una comunità appassionata non solo della produzione della conoscenza, ma anche di aiutare di persone ad imparare, Lavorando con partner diversi, esperti, curatori e ambasciatori di contenuti di nicchia." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 10
  25. a b "Le lingue dominanti del futuro sono, in gran parte, quelle in cui Wikimedia non brilla per volume del contento o dimensioni della comunità." Appendix: Where the world is going: Pattern 3
  26. a b "Nei prossimi 15 anni, la maggiore crescita della popolazione è prevista in regioni (es. Africa, Oceania) dove Wikimedia attualmente arriva meno. Per servire ogni persona, il movimento deve fare maggiore attenzione a come serve queste regioni." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 1
  27. a b Winthrop, Rebecca; McGivney, Eileen (2015-06-10). "Why wait 100 years? Bridging the gap in global education". Brookings (in en-US). Retrieved 2017-08-06. 
  28. a b "Freedom House". freedomhouse.org. Retrieved 2017-08-04. 
  29. a b "La tecnologia potrebbe essere in grado di aiutare in molte delle funzioni che i redattori attualmente svolgono. L'automazione (specialmente legata ad apprendimento e traduzioni automatiche) sta cambiando rapidamente il modo in cui il contenuto viene prodotto. Questo apre opportunità per gli attuali membri della comunità di trovare nuovi modi di contribuire." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 9
  30. a b "Le innovazioni tecnologie (es. AI, traduzioni automatiche, dati strutturati) possono aiutare a curare e consegnare contenuto rilevante, personalizzato e affidabile." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 18
  31. a b "Sviluppare e sfruttare la tecnologia in modo socialmente equi e costruttivi - e prevenire conseguenze negative non volute - richiedere leadership attenta e vigilanza tecnica." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 19
  32. a b "Il movimento dovrebbe usare con cautela AI e apprendimento automatico per aiutare ad aumentare qualità e accessibilità. La visione complessiva dei wikimediani è che dovremmo mantenere il nostro focus prima di tutto sulla comunità, e usare l'AI e altre tecnologie per ridurre il lavoro più noioso e aumentare la qualità, non per sostituire i volontari." Report sintetico del ciclo 2
  33. a b "Le tecnologie emergenti stanno rivoluzionando il modo in cui le piattaforme sono definite ed usate. Le tecnologie più impattanti saranno quelle che fanno il passaggio da infrastrutture tecniche a piattaforme che abilitano ecosistemi." Appendice: Dove sta andando il mondo: Tendenza 15